Juric dopo Inter-Verona: "Il mio futuro dipende dagli obiettivi, non da soldi e contratti"

Serie A

L'allenatore gialloblù ha provato a far chiarezza sul suo futuro: "Non so se resterò, dipende da quali saranno gli obiettivi. Non mi interessano soldi e contratti, ma non sono io a decidere". E sul match di San Siro: "Ottima partita, in questo momento le cose girano male ma non dobbiamo mollare"

INTER-VERONA 1-0, GOL E HIGHLIGHTS

Il Verona gioca un'ottima partita a San Siro, ma viene sconfitto per 1-0 dall'Inter grazie alla rete al minuto 77 di Matteo Darmian. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine della gara, Ivan Juric ha voluto anche fare chiarezza sul suo possibile futuro in gialloblù: "Non lo so se resterò, bisogna vedere quello che si vuole fare. Personalmente voglio competere, non mi interessano soldi e contratti. Nel momento in cui c'è la possibilità di crescere come squadra meglio, ma non sono io a decidere". Il contratto di Ivan Juric con il Verona è stato rinnovato la scorsa estate e scadrà a giugno 2023, anche se sull'allenatore croato hanno cominciato a muoversi alcune squadre dopo le due ottime stagioni sulla panchina gialloblù.

"Ottima partita, nulla da rimproverare ai ragazzi"

leggi anche

L’Inter ringrazia ancora Darmian: Verona ko 1-0

L'allenatore del Verona ha poi analizzato la partita di San Siro, complimentandosi con la sua squadra: "Oggi abbiamo giocato una grande partita, faccio i complimenti ai ragazzi e non ho nulla da rimproverare loro. È un periodo che gira male e purtroppo in certe situazioni ci manca il giocatore in grado di risolvere la partita. I ragazzi, però, devono rimanere concentrati e non mollare, ci sono ancora cinque partite e sono convinto che i risultati prima o poi arriveranno". Infine una battuta sull'episodio del gol annullato a Faraoni, che sarebbe valso l'1-1: "Dal campo non ho visto niente, rivedendolo adesso mi sembra che ci voglia del coraggio ad annullarlo".