Mihajlovic dopo Atalanta-Bologna: "Meritavamo 0-2 al 20', poi arbitro ha falsato la gara"

Serie A

L'allenatore rossoblù dopo la sconfitta di Bergamo: "Dopo 20 minuti dovevamo stare 0-2 per noi, poi l'arbitro ha falsato la partita con un rigore e un'espulsione. Successivamente l'Atalanta ha meritato la vittoria, ma all'inizio c'era grande equilibrio. Futuro? In un mondo ideale arriverebbero dei rinforzi, ma dopo quello che è successo questo non è un mondo ideale. Quindi dovremo vendere, ma proveremo comunque a migliorarci"

Brutta sconfitta per il Bologna, che perde 5-0 a Bergamo contro l'Atalanta. I rossoblù durano metà tempo, poi le reti di Malinovsky e Muriel spianano ai nerazzurri la strada verso la vittoria. L'espulsione di Schouten a inizio ripresa chiude definitivamente i giochi, con l'Atalanta che dilaga nell'ultima mezz'ora. Questo il commento di Sinisa Mihajlovic, che protesta con l'operato dell'arbitro: "Nei primi 20 minuti dovevamo stare 0-2 per il Bologna, ma non abbiamo fatto gol – le sue parole a Sky Sport - Poi l'arbitro ha dato un rigore all'Atalanta e un'espulsione e la partita è stata falsata, spero sia l'ultima volta. Loro hanno meritato la vittoria, però all'inizio era stata equilibrata e entrambe le squadre potevano fare gol. Ma quello non era rigore, altrimenti se ne fischierebbero 10 a partita. Però solo contro al Bologna li danno, a Crotone ce lo negarono".

"Squadra in emergenza, ma l'atteggiamento è stato giusto"

Sulla prestazione, aggiunge: "Siamo in emergenza dietro, ci mancano i due titolari esterni – prosegue Mihajlovic - Mi dispiace perché con Tomiyasu e Dijks sulle fasce potevamo giocarcela alla pari, ma i ragazzi hanno comunque fatto bene. Abbiamo cambiato qualcosa per andare nella loro metà campo e pressarli alti come facciamo sempre, abbiamo avuto due occasioni per andare in vantaggio ma dopo il rigore e l'espulsione la partita è finita. Purtroppo è andata così, come diceva il vecchio Boskov meglio perdere una volta 5-0 che cinque volte 1-0. Quest'anno abbiamo sbagliato una sola partita, in casa con la Roma. Poi l'atteggiamento è sempre stato giusto, i ragazzi hanno un'identità, fiducia e mentalità. Contro ogni squadra giochiamo sempre nello stesso modo e per vincere, senza paura. Questo è il risultato di due anni e mezzo di lavoro, anche con l'Atalanta avevamo iniziato bene ma in svantaggio e in 10 diventa difficile per tutti".  

"Rinforzi per il futuro? Non è possibile, dovremo vendere"

approfondimento

Atalanta-Bologna 5-0: gol e highlights

In settimana c'è stato un incontro tra Mihajlovic e la società del Bologna per programmare il futuro, con l'allenatore che ha chiesto di rinforzare la squadra con un difensore e una punta. Al momento, però, il club non ha la forza per accontentare Sinisa: "Nel mondo ideale si farebbe così, ma dopo quello che è successo questo non è il mondo ideale. Quindi non è possibile, dobbiamo vendere e ora bisogna vedere come, considerando il mercato. Io spero che nessuno possa comprare i nostri giocatori, anche se ne abbiamo tanti bravi. Vediamo quel che succederà, ci dovremo rivedere. Ora pensiamo a restare concentrati su queste cinque partite, poi faremo i conti e proveremo a migliorarci dove si potrà migliorare. Ho visto le riserve dell'Atalanta, tutti potevano fare i titolari nella nostra squadra. Quel che ha fatto Gasperini è stato un qualcosa di fantastico, ha dato quella mentalità europea che anch'io sto provando a dare alla nostra squadra".