Cagliari, incontro con Semplici per il futuro: idea Juric in caso di addio

CAGLIARI

Primo incontro tra l'allenatore e la dirigenza rossoblù: si penserà se continuare insieme o meno. Semplici, consapevole di aver raggiunto una salvezza insperata, vuole rimanere soltanto se c'è piena convinzione per il suo operato. In caso di rottura, Juric può diventare un candidato forte

L'obiettivo salvezza è stato conquistato, adesso per il Cagliari è tempo di pensare al futuro. Diverse le questioni da affrontare, in primo luogo quella relativa all'allenatore: Leonardo Semplici sarà ancora sulla panchina rossoblù? Nella giornata di giovedì 20 maggio c'è stato un primo incontro al quale hanno partecipato l'ex Spal, il presidente Giulini e il ds dei sardi Capozucca. Si è parlato di esigenze reciproche, possibili programmi e obiettivi comuni. Il giorno della verità sarà probabilmente martedì 25 maggio, data in cui si capirà se il Cagliari avrà davvero la volontà di andare avanti con Semplici ed, eventualmente, a quali condizioni.

In caso di addio, Juric possibile candidato forte

LA SALVEZZA

Semplici: "Cagliari, percorso eccezionale"

Lo stesso Semplici, consapevole di aver fatto il massimo alla guida dei rossoblù e di aver ottenuto un obiettivo che a tratti poteva apparire insperato, ha intenzione di restare a Cagliari soltanto se c'è massima convinzione per il suo operato. Nel caso in cui si dovesse arrivare alla rottura, l'Udinese - ma non solo - proverebbe a prendere subito l'allenatore, già seguito da vicino in passato. E per il Cagliari un candidato forte può diventare Ivan Juric, sul quale c'è anche il pressing del Torino.