Milan-Pro Sesto 6-0: gol di Bennacer, Leao, Castillejo e doppietta di Kerkez in amichevole

Serie A

Prima amichevole e prima vittoria per il Milan di Stefano Pioli, che nove giorni dopo l'inizio del ritiro batte 6-0 la Pro Sesto, squadra di Serie C allenata da Antonio Filippini. La sblocca subito Bennacer, a cui fanno seguito i gol di Leao e Castillejo. Nel secondo tempo l'autogol di Fasolini e la doppietta di Kerkez, terzino sinistro ungherese classe 2003. 

MILAN-PRO SESTO 6-0

18' Bennacer, 22' Leao, 38' Castillejo, 75' aut. Fasolini, 89' Kerkez, 90' Kerkez

 

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu (46' Plizzari), Gabbia (46' Conti), Tomori (46' Stanga), Romagnoli (46' Caldara), T. Hernandez (46' Kerkez); Tonali (46' Pobega), Bennacer (46' Di Gesù, 70' Robotti); Castillejo (46' Roback), Krunic (46' Capone), D. Maldini (46' Hauge); Leao (46' Colombo). All. Pioli

PRO SESTO (4-2-3-1): Del Frate; Giubilato, C. Maldini, Marzupio, Caverzasi; Gattoni, Marchesi; Motta, Gualdi, Scapuzzi; Capogna. All. A. Filippini

 

Inizia bene la stagione del Milan di Stefano Pioli che, nel giorno dell’ufficialità di Olivier Giroud e dell’arrivo in Italia di Brahim Diaz e Fodé Ballo-Touré, ha battuto a Milanello la Pro Sesto 6-0, società di serie C. Nove giorni dopo l'inizio del ritiro precampionato l'allenatore rossonero ha ricevuto buone indicazioni dai suoi in vista del prossimo campionato, soprattutto da Castillejo, Theo Hernandez, Bennacer e dal giovane Kerkez, autore di una doppietta nel finale. 

La cronaca della gara

leggi anche

Milan, ufficiale l'acquisto di Giroud

Stefano Pioli riparte dal consueto 4-2-3-1, con Castillejo, Krunic e Daniel Maldini alle spalle di Leao. È proprio quest'ultimo a sfiorare il gol al 5', quando su un calcio d'angolo battuto da Castillejo non riesce a inquadrare lo specchio della porta con un colpo di testa. Dopo diversi minuti di pressing, il Milan al 18' sblocca il risultato: bella azione personale di Theo Hernandez che scende sulla sinistra e serve Bennacer in posizione defilata, che riceve il pallone e calcia sul palo lontano infilandola alle spalle del portiere avversario. Quattro minuti più tardi arriva il raddoppio: Daniel Maldini fa partire il contropiede e serve Rafael Leao, che punta la porta avversaria e batte per la seconda volta Del Frate. A una manciata di minuti dal termine della prima frazione di gioco sorride anche Castillejo, che con una botta dalla distanza sigla il 3-0.

 

Dopo l'intervallo Pioli stravolge la sua squadra cambiando tutti gli uomini: spazio a Caldara, Conti, Pobega, Hauge e altri ragazzi della Primavera. Alla mezz'ora della ripresa il Milan trova il quarto gol: dopo un'azione rocambolesca il pallone arriva sui piedi di Pobega che calcia e colpisce il palo, ma il pallone sbatte sulla schiena del portiere avversario e termina in rete. Negli ultimi due minuti di partita c’è anche spazio per la doppietta di Kerkez, terzino sinistro ungherese classe 2003.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche