Stadi, Marotta: "Rivedere la norma sul distanziamento"

Serie A

L'amministratore delegato nerazzurro propone di eliminare il metro di distanza obbligatorio tra un posto e l'altro per limitare le perdite economiche dei club di serie A: "Con il distanziamento di un metro la capienza verrebbe ridotta ulteriormente"

CORONAVIRUS, DATI E NEWS LIVE

Dopo più di un anno di partite giocate a porte chiuse, nella prossima serie A tornerà il pubblico negli stadi. Il Governo, infatti, ha dato il via libera per l’apertura al 50% degli impianti, nei quali sarà consentito l'accesso solamente ai possessori di Green Pass. Sulla vicenda si è espresso, sulle pagine dell'ANSA, l'amministratore delegato dell'Inter Giuseppe Marotta: "La cosa più importante è la tutela della salute dei cittadini e dei tifosi – ha dichiarato. Prendo atto della decisione delle autorità governative che hanno stabilito la riapertura degli stadi al 50%, ma per me bisognerebbe fare un ulteriore ragionamento. In quasi tutti gli impianti, rispettando il distanziamento di un metro tra un posto e l'altro, la capienza verrebbe ridotta ulteriormente al 25/30% e questa situazione provocherebbe un danno economico considerevole alle casse dei club". 

"Eliminiamo il distanziamento di un metro"

leggi anche

Gol in arrivo per Inzaghi: attesi Lukaku e Sanchez

Marotta, tenendo conto delle esigenze delle società, propone una soluzione alternativa: "So che il presidente Dal Pino si sta impegnando in questi giorni per venire incontro alle società. Forse sarebbe più utile eliminare il metro di distanza tra un posto e l'altro tenendo obbligatorio il Green Pass, che in questo momento rappresenta il massimo della tutela per tutti". Poi il dirigente nerazzurro quantifica le perdite della sua società: "Cerchiamo di rendere gli stadi più sicuri e totalmente vivibili senza perdere di vista la parte degli introiti per i club. L'Inter, ad esempio, nelle ultime due stagioni ha registrato un mancato introito pari a circa 120 milioni"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche