Milan-Venezia, Pioli: "Ho una grande rosa, ma per lo scudetto servirà uno sforzo enorme"

milan

L'allenatore del Milan analizza il successo contro il Venezia e parla degli obiettivi della squadra: "I miei parlano di Scudetto? Che facciano uno sforzo enorme per vincerlo". Sui singoli: "Brahim, Leao e Tonali sono diventati più forti". Sul valore della rosa: "Profonda, completa e forte"

MILAN-VENEZIA 2-0: GOL E HIGHLIGHTS

E' molto soddisfatto Stefano Pioli per la vittoria del suo Milan sul Venezia che permette ai rossoneri di agganciare l'Inter in vetta alla classifica in attesa del Napoli. Un successo arrivato nella ripresa e grazie anche ai cambi effettuati dall'allenatore: "Non ci voleva il Covid, ma sarebbe stato un controsenso portare 23 giocatori per soli tre cambi - dice - Ho la fortuna di avere giocatori molto forti e disponibili. Abbiamo giocato una settimana molto impegnativa di testa e di gambe. La squadra a me è piaciuta anche nel primo tempo". Sintomo che la rosa della squadra è profonda e di qualità: "Non avevo bisogno della prestazione di stasera per capire di avere una rosa importante. Peccato non avere tutti - spiega ancora - Presto ci saremo tutti e saremo ancora più forti. Il Venezia ha chiuso bene gli spazi, era una partita da giocare con la giusta intensità".

"Brahim, Leao e Tonali sono migliorati e sono più forti"

approfondimento

Milan-Venezia 2-0, gol e highlights

Con la partenza di Hakan Calhanoglu, Brahim Diaz è diventato sempre più centrale ed insispensabile nell'economia del gioco del Milan: "È un ragazzo che ha sempre creduto nelle sue qualità e che ha avuto bisogno di ambientamento in un campionato diverso - prosegue - L’anno scorso giocavamo con un centrocampista, lui è un trequartista di qualità puro. E' tornato con grande piacere a lavorare al Milan con i suoi compagni, sono contento che si stia togliendo delle soddisfazioni". Anche Leao è in crescita: "Credetemi che la cosa più bella è stato ritrovare i giocatori in estate notevolmente migliorati e convinti, Rafa è uno di quelli. Il lavoro fatto l’anno scorso ha dato i suoi frutti. Parliamo di ragazzi di 20 anni, è normale che in un campionato così difficile ci siano state difficoltà. È stato bello ritrovare Leao, Diaz e Tonali così migliorati e più forti. Leao è un giocatore che ci può far vincere qualsiasi partita, ci aspettiamo tanto da lui. Può saltare chiunque, è un grande vantaggio per la nostra fase offensiva".

"Rosa profonda, forte e completa"

Dopo il secondo posto dello scorso anno, con i miglioramenti di questa stagione e la crescita di alcuni, la rosa del Milan potrebbe essere al livello delle migliori: "Non lo so, è sempre difficile comparare i valori delle rose - dice ancora Pioli - C’è qualche squadra più esperta di noi, non abbiamo in rosa giocatori che hanno vinto tanto. La società mi ha messo a disposizione una rosa molto forte e completa. Siamo profondi, adesso giochiamo a Spezia, poi Atletico e poi Atalanta. La rosa deve essere così, ho tanti titolari. Mi piace sentire che i miei giocatori vogliono vincere, siamo il Milan e dobbiamo provare vincere. Poi se ci sono squadre più forti lo vedremo sul campo".

" I miei giocatori parlano di Scudetto? Che facciano uno sforzo enorme"

E proprio Theo Hernandez è stato a parlare di Scudetto nel post-gara: "Questo entusiasmo e questa empatia che abbiamo creato con i nostri tifosi dobbiamo cavalcarlo - conclude - Dobbiamo continuare a dimostrare che siamo una squadra forte che se la può giocare. Tutti hanno voglia di vincere, la differenza la fa chi si prepara al meglio per vincere. Se i miei giocatori pensano di poter vincere lo scudetto allora che facciano uno sforzo enorme, solo così si può vincere".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche