Probabili formazioni Serie A della 6^ giornata: le news dai campi

Serie A
©Getty

Tutte le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. C'è il derby di Roma con i giallorossi privi di Pellegrini. Scocca l'ora di El Shaarawy? Lazio in formazione tipo con i rientri di Leiva e Milinkovic. Inzaghi rilancia Dumfries contro l'Atalanta mentre Correa resta a casa. La Juve si affida a Morata e Dybala. Nel Torino è emergenza in attacco

NAPOLI-CAGLIARI LIVE

Si chiude nel weekend un ciclo decisamente intenso. Venerdì è infatti l’unico giorno senza pallone da un bel po’ di tempo a questa parte. C’è forse chi deve tirare il fiato mentre altre squadre contano di recuperare qualche acciaccato. Come sempre non è mai semplice dare giudizi definitivi quando il tempo a disposizione per allenamenti e rifinitura è poco. Fari puntati ovviamente sul Derby di Roma (ma non solo) anche se per il fantallenatore tutte le partite, e le notizie annesse, sono importanti. Come dite? Dobbiamo chiedere info alla nostra squadra? Ma certo! Gli inviati di Sky Sport sono già al lavoro e i primi aggiornamenti ci sono già quindi siamo come sempre pronti per il nostro consueto giro dei campi

INTER-ATALANTA, sabato ore 18

Inter, Inzaghi non rischia. Correa a casa

Macchina da gol

Cooperative del gol in Europa: Inter in vetta

Il problema accusato contro il Bologna sta passando e Joaquin Correa sta decisamente meglio. Inzaghi però non vuole rischiare visti gli impegni futuri e quindi lascia a casa il 'Tucu'. Lautaro e Dzeko restano sicuri del posto con Sanchez unica soluzione alternativa a gara in corso. Dietro zero cambi mentre sulla fascia destra è ballottaggio aperto tra Darmian e Dumfries. Out Sensi e Vidal.

Atalanta, problema per Pessina

Gasperini tiene monitorato Pessina che è alle prese con una contusione al piede. Problema che dovrebbe essere superabile e l’azzurro pare destinato a una maglia da titolare ma guai a dare tutto per scontato. In difesa si va verso l’esclusione iniziale di Demiral con Palomino centrale. Zappacosta può essere confermato mentre va a riformarsi in mezzo la coppia Freuler-De Roon. In attacco varie soluzioni: Zapata titolare ma per il resto ci sono Miranchuk e Pasalic che sperano di sopravanzare Ilicic e Malinovskyi.

GENOA-VERONA, sabato ore 20:45

Genoa, ampie scelte in mezzo

Dopo il pareggio esterno del ‘derby rossoblù’ contro il Bologna, Ballardini è atteso da un'altra sfida da non sbagliare. Si continua con la difesa a 4 ma c’è Sabelli (o Ghiglione) che può scalzare Cambiaso sulla destra. Difficile invece la promozione di Vanheusden a meno che non ci sia qualche centrale con l’obbligo di rifiatare. Behrami, ma anche Touré, potrebbero invece rappresentare le novità in mezzo al campo. In attacco confermatissimo Destro. Ancora out Caicedo.

Verona, un paio di cambi per Tudor

La doppietta contro la Salernitana dovrebbe certificare una nuova presenza da titolare per Nikola Kalinic ma anche Gio Simeone non ha sfigurato nelle ultime uscite e potrebbe rappresentare comunque una possibile soluzione. Tameze e Ceccherini si candidano invece per tornare rispettivamente titolari in difesa e a centrocampo. Veloso infatti è sempre indisponibile.

JUVENTUS-SAMPDORIA, domenica ore 12:30

Juventus, Chiesa ok. In porta Perin

Striscia record

41 partite senza perdere in casa: Mou come Allegri

Prima vittoria in campionato archiviata. C’è però anche da pensare alla seconda giornata di Champions e quindi Allegri potrebbe ulteriormente ruotare. Davanti Morata dovrebbe tornare dall’inizio ma Kean, fresco di gol contro lo Spezia, è ancora speranzoso. In porta tocherà a Perin mentre Cuadrado e Alex Sandro saranno gli esterni di difesa. Chiesa aveva accusato un piccolo problema ma sarà regolarmente in campo sulla fascia destra. In mezzo torna Locatelli dal primo minuto

Sampdoria, rotazioni sulle corsie esterne?

Prima Napoli e poi Juventus: settimana non facilissima per i blucerchiati di D’Aversa reduci dallo 0-4 subito contro Osimhen e compagni. Murru e Deapoli sono delle possibili novità nell’XI titolare anche se la sensazione è che difficilmente sia Bereszynski che Augello lascino la formazione di partenza. Ekdal invece pare in vantaggio su Adrien Silva. Davanti uno dei due attaccanti va verso il riposo o comunque verso una staffetta programmata: in rampa di lancio c’è Torregrossa

EMPOLI-BOLOGNA, domenica ore 15

Empoli, rebus attacco

Da Mancuso-Cutrone a Pinamonti-Di Francesco. La doppia novità a Cagliari ha portato in dote tre punti e adesso si apre la questione “attaccanti titolari”: Andreazzoli potrebbe dare fiducia a Di Francesco, provando ad affiancargli Cutrone. In difesa Viti spera nella seconda da titolare ma Ismajli punta al ritorno nell’XI di partenza. Dopo l’iniziale panchina a Cagliari, risalgono le quotazioni di Bajrami che quindi va verso il ritorno nella formazione che scenderà in campo dal primo minuto

Bologna, extra lavoro per tanti

Non pare intenzionato a ruotare tanto Sinisa Mihajlovic. Dopo l’Empoli la squadra avrà una settimana piena per ritrovare le forze e quindi si va verso una conferma in blocco di difesa e mediani rispetto alla gara pareggiata col Genoa. Sulla trequarti Sansone dovrebbe ritrovare una maglia da titolare. Più complicato che invece ci riesca Vignato, destinato quindi ad essere usato a gara in corso

SASSUOLO-SALERNITANA, domenica ore 15

Sassuolo, Dionisi tra ritorni e novità

Dopo il ko subito a Bergamo, l’impegno con la Salernitana pare propizio per tornare a fare punti. Nell’XI titolare torneranno sicuramente Raspadori e Djuricic. A destra solito ballottaggio Toljan-Muldur ma col primo in netto vantaggio. Anche Rogerio parte avanti nei confronti di Kyriakopoulos. In mediana tante soluzioni compresa quella di Harroui che a Bergamo era entrato dopo un’ora di gioco

Salernitana, Bonazzoli in pole. Obi spera

Il rientro di Veseli, che contro il Verona è rimasto in panchina, dà nuove soluzioni alla linea a 3 di Castori. Anche Jaroszynski è un’opzione. A centrocampo dovrebbe cambiare poco con Zortea che lotta con Ranieri e con Obi che punta comunque a una maglia da titolare. Ribery come sempre va verificato dopo gli 89’ giocati pochi giorni fa mentre in attacco possibile ritorno di Bonazzoli con Simy che sarebbe un cambio già programmato

UDINESE-FIORENTINA, domenica ore 15

Udinese, Arslan e Soppy Larsen sulla via della titolarità

Gotti aveva lasciato qualche elemento a riposo (parziale) contro la Roma ma in vista della Fiorentina ci sarà il quasi scontato ritorno in mediana di Arslan. Se Walace dovesse tirare il fiato, ecco Samardzic. In difesa il trio dei titolari non si è mai riposato e Gotti pensa a Stryger Larsen titolare al posto di Becao. La grossa novità potrebbe invece riguardare Soppy che ha avuto un impatto pazzesco giovedì sera a Roma. Molina rischia seriamente il posto. In attacco Beto in staffetta con Pussetto

Fiorentina, attacco obbligato o cambio di sistema?

Italiano recupera Erik Pulgar che si era fermato nella rifinitura pre Inter. Venuti ha continuato a lavorare a parte e Odriozola sarà sicuro titolare a Udine. Castrovilli è ancora ai box mentre Nico Gonzalez è squalificato. Si va verso un attacco obbligato con Sottil, Vlahovic e Callejon a meno che non si viri su un sistema di gioco senza tridente. Dubbio in difesa dato che Italiano ha sempre cambiato i 4 partenti. Al momento pare Igor il favorito, accanto a lui ovviamente Milenkovic

LAZIO-ROMA, domenica ore 18

Lazio, Zaccagni unico assente

Solo un dubbio per Maurizio Sarri in vista della sfida più importante: l’allenatore deve rinunciare al solo Zaccagni (distrazione alla coscia) e sulla sinistra si candida Radu. Abbastanza improbabile che il tecnico rinunci a Hyasj ma resta comunque un pensiero di cambio. Per il resto sarà la Lazio che ci aspettiamo: Pedro e Felipe Anderson là davanti con Immobile e il rientro in mediana di Milinkovic-Savic e Lucas Leiva

Roma, Pellegrini fuori. “Miky” si sposta

Sarà il grande assente del Derby: quel giallo (il secondo) nel finale contro l’Udinese è costato un turno di stop a Lorenzo Pellegrini. Sarà quindi Mkhitaryan ad agire da trequartista centrale? Probabilmente sì anche se Mourinho può schierare anche Shomurodov in quel ruolo. Nel primo caso, sarà El Shaarawy favorito sulla corsia esterna di sinistra. Anche se Mourinho potrebbe optare anche per una terza ipotesi, ovvero quella di inserire un centrocampista in più, Diawara il favorito nel caso, e lasciare i soli Zaniolo e Mkhitaryan dietro ad Abraham. In difesa Vina ancora in dubbio mentre Smalling dovrebbe rientrare dal primo minuto

NAPOLI-CAGLIARI, domenica ore 20:45

Napoli, soliti ballottaggi per Spalletti

La rotonda vittoria contro la Sampdoria ha avuto una sola news dall’infermeria: Rrahmani infatti è uscito per un problema ma il difensore ha recuperato e va verso una nuova maglia da titolare con buona pace per Manolas che sperava di tornare dal primo minuto. Elmas potrebbe far rifiatare un centrocampista mentre è sempre vivo duello tra Politano e Lozano. Poche invece le chance per Ounas dall’inizio.

Cagliari, Godin e Strootman nell’XI titolare

Può cambiare tanto il Cagliari di Mazzarri. Di certo non ci sarà una pesante rotazione ma soprattutto in difesa vedremo nuovi volti rispetto a quelli della sconfitta contro il Cagliari: Caceres e Godin infatti, entrambi subentrati in settimana, viaggiano verso una maglia da titolari. In mediana toccherà a Strootman con Deiola indiziato per un posto in panchina. Joao Pedro e Keita, a meno di stanchezza, saranno al loro posto in attacco.

VENEZIA-TORINO, lunedì ore 20:45

Venezia, ballottaggi ovunque per Zanetti

Il buon primo tempo contro il Milan ha dato molte indicazioni sulla solidità difensiva del Venezia. Zanetti può cambiare ma senza stravolgere. A sinistra Molinaro se la gioca con Schnegg mentre in mediana Busio è l’unico sicuro di una maglia da titolare. Vacca se la gioca con Peretz mentre Crnigoj è favorito su Tessmann. Davanti Henry è in pole su Forte mentre Aramu deve difendersi dall’attacco alla maglia di Okereke

Torino, problemi in attacco per Juric

Ancora tanti assenti per Juric che difficilmente dietro modificherà gli interpreti. Ola Aina, Singo e Ansaldi sono tre nomi per due maglie sulle corsie esterne. Ci sono però grossi problemi in attacco dato che sono ai box Pjaca, Praet, Zaza e Belotti. La punta di riferimento sarà Sanabria. Dietro di lui ci sono tre candidati per due maglie: Brekalo, Linetty e Pobega con Verdi che pare ancora sullo sfondo

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche