Bologna-Milan, Mihajlovic: "Preferivo affrontare un avversario al completo"

bologna

L'allenatore rossoblù alla vigilia del match contro il Milan: "Mi dispiace che non ci siano nè Theo Hernandez, nè Brahim Diaz. Per me non cambia nulla nella preparazione alla gara, poi ho già tanti problemi con i miei di assenti...". E sulle condizioni degli infortunati: "Dominguez è da valutare, Schouten è a disposizione ma ha solo mezz'ora nelle gambe"

BOLOGNA-MILAN LIVE

SERIE A, TUTTE LE PROBABILI FORMAZIONI

Una sfida al passato per Sinisa Mihajlovic, che ha allenato il Milan nella stagione 2015-2016. Rossoneri che arrivano al match del Dall'Ara reduci dalla sconfitta in Champions League contro il Porto e con tanti assenti. L'impegno non sarà per questo più semplice, come ha spiegato l'allenatore del Bologna nella conferenza stampa della vigilia: "Io preferisco sempre che giochino i migliori. E mi dispiace che non ci siano nè Theo Hernandez nè Brahim Diaz. Poi c'è da dire che ho già tanti problemi coi miei che non posso preoccuparmi anche di quelli del Milan. Io cerco di lavorare su ciò che possiamo controllare noi, non sui fattori che dipendono dall'esterno. Preferisco sempre sfidare le squadre al completo, a me se giocano o non giocano cambia poco".

"Dominguez da valutare, Schouten sarà a disposizione"

approfondimento

Quanti infortunati: situazione squadra per squadra

Mihajlovic ha proseguito, facendo il punto sulle condizioni di alcuni calciatori infortunati: "Dominguez ha un fastidio al soleo, vediamo come va oggi in allenamento. Se non c'è lui, l'unica soluzione è quella di avanzare Medel e schierare Binks in difesa. Schouten ha fatto ieri il primo allenamento, quindi non è al massimo. Ci sarà, ma sappiamo che ha mezz'ora nelle gambe. Dijks si sta allenando bene e sta bene. Abbiamo tre partite ravvicinate quindi sicuramente giocherà. Dove abbiamo possibilità di cambiare, cambieremo".

"Viola domani non ci sarà, è infortunato"

leggi anche

Pioli: "Kessié e Rebic out. Ibra sta bene"

L'allenatore del Bologna ha parlato del primo approccio avuto con Nicolas Viola, centrocampista acquistato qualche giorno fa dalla lista degli svincolati: "Abbiamo parlato di quello che mi aspetto da lui secondo le sue caratteristiche. Dobbiamo lavorare sui suoi difetti, e fare tesoro dei suoi pregi. Domani non ci sarà, appena ritornerà si metterà al servizio della squadra. Capiremo cosa deve fare e come deve adattarsi alla squadra, ma ora è infortunato quindi vedremo tutto quando recupererà".

"Arbitri? E' tutta una lotteria..."

Mihajlovic ha proseguito, parlando ancora una volta della situazione arbitri, dopo l'episodio di settimana scorsa che lo ha fatto molto arrabbiare in occasione del gol del pareggio segnato dall'Udinese: "Mi aspettavo che gli arbitri ci chiamassero per dirci che sono cambiate le regole, da domani magari si possono fare i blocchi, almeno lo sappiamo e magari ci adegueremo. Cosa volete che dica, non sono cose che noi possiamo controllare, noi ci dobbiamo concentrare su di noi, poi gli arbitri sono là e cerchiamo di adattarci, è tutta una lotteria".

"Io con Ibra a Sanremo? Ho cantato bene, mi richiamano sicuro"

Infine, una battuta su una nuova partecipazione al Festival di Sanremo ancora una volta insieme a Zlatan Ibrahimovic: "Io con Ibra a Sanremo? Non credo. Non ho sentito nessuno. Il direttore è ancora Amadeus? Allora mi chiama sicuro, per come ho cantato allora mi richiama: Ibra ha cantato da schifo...io sono un talento, una giovane promessa...".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche