Roma-Juventus, De Sciglio: "Vittoria di gruppo, dovrà darci la spinta per il futuro"

Serie A

Il difensore che ha deciso la gara di Roma: "Abbiamo dimostrato carattere, è stata una vittoria di gruppo che ci dovrà dare una spinta in più per il prosieguo della stagione. Ma contro l'Inter servirà la Juve degli ultimi 20 minuti". Szczesny sull'obiettivo Champions: "Chi non ci crede resti a casa, per noi sarebbe inaccettabile non arrivarci"

INFORTUNIO CHIESA, LE NEWS LIVE

Sette gol, tanto spettacolo e mille emozioni. La Juventus, alla fine, la vince in rimonta, battendo per 3-4 una Roma che aveva assaporato il ritorno alla vittoria contro i bianconeri. A deciderla l'uomo che non ti aspetti, Mattia De Sciglio. "C'è tanta felicità per una vittoria importantissima, soprattutto per come è venuta – le parole del difensore della Juve – Nel secondo tempo siamo entrati male, poi abbiamo tirato fuori il carattere, dimostrando che nei momenti di difficoltà viene fuori la squadra, il gruppo. Però, dalla prossima volta, dobbiamo farlo vedere sin da subito, perché non abbiamo iniziato bene la partita e siamo venuti fuori alla distanza. Ma ora godiamoci questa vittoria che ci deve dare una spinta in più per il prosieguo della stagione".

"Con l'Inter servirà la Juve degli ultimi 20 minuti"

Un successo che dà coraggio, soprattutto in vista della finale di Supercoppa contro l'Inter: "Tra tre giorni avremo un'altra sfida importante – prosegue De Sciglio – Servirà la Juve degli ultimi 20 minuti perché l'Inter è un grandissimo avversario. Ci sarà in palio il primo importante trofeo della stagione, per noi è un grande obiettivo. Nonostante qualche assenza, dovremo dare tutto per vincere questa partita".

Szczesny: "Champions? Chi non ci crede può restare a casa"

vedi anche

La Juve ribalta un 1-3 dal 70’ al 77’: Roma ko 4-3

Decisivo anche Szczesny, che nel finale ha parato il rigore del possibile 4-4 a Pellegrini: "È una bella sensazione parare un rigore in un momento così importante della partita, anche se devo ammettere che ho fatto di tutto per prendere gol perché mi sono mosso troppo presto, ho allargato le gambe e non avevo più spinta. Ma sono stato fortunato perché Pellegrini me l'ha tirato addosso. Stiamo tornando ai nostri livelli, manca ancora un po' di DNA Juve. Obiettivo Champions? Se c'è qualcuno che non ci crede, può restare a casa. Non si può accettare, anche in una stagione così difficile, di non andare in Champions. Noi siamo la Juve e dobbiamo avere l'ambizione di arrivare sul tetto d'Italia", le parole del portiere.  

Landucci: "Vittoria importante, ma ho perso 5 o 6 anni di vita"

leggi anche

Chiesa, infortunio ginocchio: si teme lungo stop

Serata importante anche per Marco Landucci, il vice di Massimiliano Allegri che era in tribuna perché squalificato: "Quando si vince è tutto più bello, sul 3-1 per la Roma lo era di meno – le parole dell'allenatore in seconda della Juve – Sono contento perché è la prima partita che faccio dopo tanti anni, ma spero che torni presto Allegri perché ho perso 5 o 6 anni di vita. In partenza eravamo un po' timorosi, ma non dovevamo perché volevamo fare una partita offensiva. Dopo il 3-1 siamo stati bravi a crederci, il secondo gol ci ha dato una manco perché ci ha permesso di ritrovare fiducia. È un successo che ci dà morale, queste vittorie sono sempre le migliori. In questa fase stiamo ricevendo delle critiche, ma siamo sicuri di venirne fuori con il lavoro. Piano piano riusciremo a vincere anche questa sfida, ne sono sicuro".