Gol annullato all'Atalanta, la società protesta sul web. Ma per i vertici Aia...

caos var

Il club nerazzurro in silenzio stampa dopo il gol del possibile 1-1 annullato a Malinovskyi contro la Fiorentina. Gasperini, espulso per proteste, esce tra i fischi del Franchi. Poi l'Atalanta posta sul web il fotogramma del passaggio che porta al pareggio: "Giudicate voi" il testo che accompagna l'immagine

FIORENTINA-ATALANTA 1-0, VIDEO: GOL E HIGHLIGHTS

Fiorentina-Atalanta non si è chiusa al fischio finale. La partita del Franchi, vinta dai viola grazie al gol di Piatek al 56’, è stata caratterizzata dalle proteste del club bergamasco per l’annullamento della rete del possibile pareggio, arrivato al 61'. A far discutere è la scelta di annullare il gol di Malinovskyi per un fuorigioco "di spalla" di Hateboer, considerato influente dall’arbitro Doveri e dal Var.

Gol annullato, l’Atalanta sceglie il silenzio stampa

approfondimento

Marino dopo la Juve: "Mancano un rosso e un rigore"

La scelta di non concedere l’1-1 di Malinovskyi ha generato le proteste di Gian Piero Gasperini, che aveva intanto rivisto l’azione su uno smartphone, in panchina. Molto veementi, tanto da portare Doveri a mostrare il cartellino rosso all’allenatore dell’Atalanta, uscito dal campo tra i fischi del pubblico di Firenze. Lo stesso Gasperini non ha parlato nel postpartita, per un silenzio stampa che ha riguardato tutti i tesserati nerazzurri. In tempi recenti, l’Atalanta aveva fatto sentire la propria voce dopo le partita di campionato contro il Cagliari, contestando l’espulsione di Musso e il gol dello 0-1 sardo con Pereiro, e la Juventus, lamentando un calcio di rigore (De Ligt su tiro di Boga) e dopo la sconfitta di Coppa Italia contro la Fiorentina per un possibile fuorigioco di Bonaventura sul gol-vittoria di Milenkovic. In quei casi ai microfoni si era presentato il direttore generale Umberto Marino. Questa volta la scelta è stata quella del silenzio per tutti.

La foto postata dall'Atalanta sul sito ufficiale

Poi sul web: “Giudicate voi”

Un silenzio rotto però nel pomeriggio di domenica sul sito ufficiale del club, dove è comparsa la foto dell'azione incriminata. Sull’assist di Pezzella sono cerchiati in giallo l'autore del passaggio, Hateboer e Malinovskyi. "Giudicate voi..." il post scelto dall'Atalanta per accompagnare le immagini. 

Gol annullato, scelta giusta per i vertici Aia

Se l'Atalanta, almeno sul web, parla, l'Aia invece resta silente, ma a quanto filtra la scelta di annullare il gol di Malinovskyi è stata condivisa dalla commissione guidata da Gianluca Rocchi. Secondo l'interpretazione data dai vertici arbitrali la punibilità di Hateboer nasce sostanzialmente da due elementi: sul lancio da sinistra l'olandese scatta verso il pallone che sfila sufficientemente vicino a lui e Biraghi da configurare la cosiddetta "contesa", e nella corsa c'è anche un leggero contatto tra i due che forse sbilancia leggermente il viola. Che probabilmente non sarebbe riuscito comunque ad evitare che il pallone arrivasse a Malinovskyi, ma per l'Aia subisce quello che da regolamento si configura come "impatto sulla possibilità di giocare il pallone": un po' quello che successe in occasione del discusso gol annullato a Kessie in Milan-Napoli a causa del fuorigioco di Giroud, reso attivo dal contatto con Juan Jesus. Approvata dunque la valutazione fatta in campo dall'assistente Costanzo (forse con l'aiuto dello stesso Doveri) e a quanto risulta anche la decisione di non mandare Doveri al monitor per la "on field review", dal momento che il Var Banti e l'Avar Liberti nella sala di Lissone avevano condiviso la scelta. Caso decisamente complicato comunque: anche per questo, considerato il clima surriscaldato in casa Atalanta in questo periodo, e vista la personalità e l'esperienza di Doveri, l'arbitro romano forse avrebbe potuto comunque andare personalmente a rivedere l'episodio per "vendere" meglio la decisione, procedura espressamente prevista dal protocollo Var. Ma questo è un altro discorso.