Boom di abbonamenti per Milan, Inter e Roma

Serie A
©Ansa

A pochi giorni dall'apertura della campagna abbonamenti i tifosi di Milan, Inter e Roma hanno risposto presente: giallorossi a quota 21mila, 19mila le schede confermate in casa Milan mentre sono oltre 15 le tessere sottoscritte dai tifosi nerazzurri dal 18 maggio a oggi

La stagione è terminata, ma già si inizia a pensare alla prossima. Alla Roma, a meno di dieci giorni dall'inizio della campagna abbonamenti, sono già 21mila le tessere sottoscritte. Dopo il successo in Conference League di Mou e i suoi ragazzi i tifosi giallorossi sono in fibrillazione e lo dimostra il fatto che la società dei Friedkin ha già gli stessi abbonati conteggiati nello scorso settembreL'obiettivo è di arrivare a quota 30mila, una cifra che manca dalla stagione 2004/05 (quando si toccarono i 34mila abbonati). Ancora lontani i numeri del 2001 (45mila abbonati), ma con un mercato importante si potrebbe anche puntare al record. 

Milan a quota 19mila nella sola fase di prelazione

approfondimento

Vai allo speciale scudetto dedicato al Milan

E' in corso la fase di prelazione, che ha aperto appena 24 ore fa. Durerà fino al 31 maggio, quando scatterà la seconda fase con vendita libera aperta anche ai nuovi abbonati (fino al 30 giugno). A luglio poi il Milan dedicherà una terza fase alla campagna abbonamenti, con dettagli e modalità ancora da comunicare 

15mila abbonamenti per l'Inter 

leggi anche

Zhang: "Il prossimo anno ancora più competitivi"

Nonostante la delusione per la mancata vittoria dello scudetto, i tifosi  dell'Inter hanno voglia di ripartire. Lo dimostrano gli oltre 15mila abbonamenti che hanno acquistato dal 18 maggio, giorno in cui è iniziata la vendita. L'Inter ha messo sul mercato 40mila tessere stagionali (35mila per i tifosi e le restanti riservate agli sponsor, con particolari pacchetti per le aziende). Nella prima fase di vendita è stata riservata una prelazione agli abbonati della stagione 2019-20; dall'11 giugno ci sarà un'altra lista d'attesa, composta da coloro che non erano riusciti a comprare l'abbonamento nell'ultimo anno pre-Covid. Per cui è molto probabile che il 20 giugno, quando si aprirà la vendita libera, non ci saranno più tessere disponibili.