Milan-Udinese, Marino sul rigore per i rossoneri: "Sono inferocito"

udinese

Il ds dell'Udinese Pierpaolo Marino ha protestato per il rigore concesso sull'1-0 per i friulani dal Var dopo un contatto fra Soppy e Calabria: "Linee guida disattese, ci sentiamo danneggiati"

GLI HIGHLIGHTS DI MILAN-UDINESE

"Io, più che arrabbiato, sono inferocito. Vedo che ci sono delle linee guida, fanno riunioni su riunioni e ci spiegano linee guide che vengono disattese. L'intervento di Mazzoleni al Var era fuori dalla logica, Marinelli aveva visto un episodio che di dubbio non aveva nulla, i rigorini non devono interessare al Var. È un episodio che indirizza la partita". Lo ha detto Pierpaolo Marino, direttore dell'area tecnica dell'Udinese, intervistato da Dazn dopo il ko contro il Milan. 

"Con questo caso il Var disturba la partita"

leggi anche

Pioli: "30' super, ma bisogna partire meglio"

"Ci si viene a innervosire con queste decisioni, è un episodio insopportabile - ha proseguito -. Spero che ci siano chiarimenti adeguati. I giocatori cosa devono dire in campo quando vedono disattese le linee guida? Ho detto a Marinelli: 'Lasciamo decidere al Var gli episodi che non sono neanche dubbi'. Per me questo è un episodio neanche dubbio". "Non capisco come mai sia tornato indietro, in questo caso il Var disturba l'arbitro e la partita. Credo che l'Udinese senza il nervosismo di quell'episodio, potesse cambiare la partita. Sarei stato curioso di vedere che sviluppo avrebbe preso la partita senza rigore, era molto più complicato per il Milan. Ci sentiamo molto danneggiati, ma la chiarezza non arriva mai", ha concluso Marino.