Andrea Ranocchia annuncia l'addio al calcio: "Qualcosa dentro di me si è spento"

Serie A

Dopo la rescissione consensuale con il Monza arriva per Andrea Rannocchia l'annuncio dell'addio al calcio. Il 34enne difensore che è stato per 12 anni all'Inter si era gravemente infotunato lo scorso 21 agosto a Napoli durante la sfida contro i partenopei. Una frattura del perone che lo avrebbe costretto a restare ancora per diversi mesi fuori dal campo. In un video postato su Instagram ha detto: "Qualcosa dentro di me si è spento"

Una decisione arrivata dopo una lunga riflessione. Andrea Ranocchia il giorno dopo la sua rescissione contrattuale con il Monza, decide di lasciare il calcio giocato. L'annnuncio lo affida al profilo Instagram con un doppio lungo post in cui ripercorre la sua carriera. Dopo gli ultimi 12 anni all'Inter Ranocchia questa estate era passato al Monza, primo colpo della matricola brianzola arrivata alla storica promozione in serie A. Ranocchia arriva per dare esperienza alla difesa e gioca all'esordio in coppa Italia nel vittorioso match contro il Frosinone. All'esordio in campionato in casa contro il Torino Stroppa lo lascia invece in panchina e la squadra perde per 2-1

 

 

A Napoli la frattura al perone e l'inizio dell'addio

leggi anche

Grave infortunio alla caviglia per Ranocchia

Nella seconda giornata al Maradona di Napoli Ranocchia è tornato in campo ma nel recupero del primo tempo è arrivata la frattura composta del perone della gamba destra e la distorsione della caviglia destra. Un lungo stop che ha spinto il 34enne difensore a riflettere sul futuro e sulla necessità di iniziare a guardare alla propria vita sotto un'altra prospettiva. La conferma nel video postato in cui Ranocchia confessa: "E' come se dentro di me si fosse spento un interruttore. Non credo giocherò più al calcio"