Perugia, Bucchi: "Pari col sorriso, sogno playoff"

Serie B
06_bucchi_lapresse

Niente da fare, il Perugia pareggia 0-0 col Bari di Colantuono. Nessuna rete, poche emozioni. Così l'allenatore biancorosso in sala stampa, nel post partita: "Abbiamo provato a vincere. Con l'ingresso di Acampora abbiamo spezzato il ritmo dei pugliesi, abbiamo sprecato tre o quattro incursioni"

Zero gol, poche emozioni. Il Perugia di Bucchi pareggia al San Nicola contro i ragazzi di Colantuono. Questo il commento dell'allenatore in sala stampa: "Abbiamo provato a vincere. Con l'ingresso di Acampora abbiamo spezzato il ritmo del Bari, sprecando tre o quattro incursioni nell'area avversaria. Accettiamo il pari con un sorriso". Continua Cristian Bucchi, il suo obiettivo è uno: "Lotta playoff? Culliamo il sogno e vogliamo difendere questa posizione fino alla fine. Ci manca un po' di cattiveria - ha aggiunto l'allenatore - ci manca esperienza. Aspetto ancora qualcosa dal mercato. Mustacchio si è inserito bene". "L'infortunio di Mancini? Ha sentito una fitta al ginocchio destro. Spero non sia nulla di grave". 

"Mustacchio, prova positiva" - Tanti nomi nuovi dal mercato. Brignoli, Fazzi, Mustacchio, bomber Forte dalla Lucchese (in gol all'esordio nel 3-3 contro il Cesena, per lui 15 gol in Lega Pro coi rossoneri). Poi anche Terrani, anche lui dalla Lucchese: “Soddisfatto del pareggio perché arrivato in una gara che avevamo provato a vincere, nel cuore del secondo tempo, soprattutto con l’ingresso di Acampora, abbiamo spezzato il ritmo del centrocampo barese, creando più di un pericolo nell’area del Bari, che è stato bravo a difendersi”. Queste le parole dell'allenatore degli umbri, che spende anche due parole sui nuovi innesti, in particolare sulla punta Mustacchio: "È arrivato da due giorni, ha avuto solo il tempo di presentarsi, giudico positiva la sua prova, ha di certo portato in questo gruppo qualità e quantità”.

"Spareggio playoff" - Ottavo posto, 32 punti, un obiettivo non più nascosto ma ben chiaro. Playoff. Soprattutto per continuare a coltivare quel sogno chiamato Serie A. Impossibile da raggiungere senza il duro lavoro e il sacrificio. Bucchi ha le sue idee, pronto a crederci fino alla fine: “Siamo nella griglia dei playoff già da tempo e vogliamo mantenere questa posizione, la nostra è una squadra giovane con tanti elementi che provengono dalla Lega Pro, in alcune circostanze ci è mancato un pizzico di cattiveria ed esperienza, ci siamo comportati da “polli”, concedendo molto ai nostri avversari, ma anche questo fa parte del gioco”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche