Avellino, Belloni: "Che cambiamento con Novellino"

Serie B
03_avellino_lapresse

Il centrocampista ha analizzato così la situazione della squadra: "Abbiamo una maggiore quadratura di gruppo e la differenza rispetto al passato si nota eccome. Da quando è arrivato l’allenatore ci ha caricati a livello caratteriale e ci ha aiutato tanto, ora siamo più compatti e più concreti"

Ottimo momento di forma fisica e mentale per l’Avellino di Walter Novellino, la squadra biancoverde nell’ultimo turno è riuscita a sconfiggere l’Hellas Verona e ha così confermato i progressi degli ultimi mesi. Determinante il lavoro del nuovo allenatore, dopo il cambio in panchina la formazione ha letteralmente cambiato faccia, ritrovando motivazioni e voglia di vincere che in un inizio di stagione complicato avevano complicato le cose. Del presente e del futuro ha parlato in conferenza stampa il centrocampista Niccolò Belloni; queste le sue parole.

Le parole del centrocampista -
"La classifica dice che il Cittadella è superiore a noi ma andremo lì a battagliare - inizia dicendo il calciatore in vista del prossimo impegno della squadra biancoverde - purtroppo nella sfida contro il Verona non sono riuscito a segnare ma solo perché ho peccato di altruismo, è vero. Quello che conta, però, è che i compagni siano riusciti a fare gol e che la squadra sia così riuscita a portato il risultato a casa. Prima della partita Novellino mi ha detto di preferire D’Angelo a me in quel momento perché il capitano è in grado di garantire maggiore copertura. Non c’è stato nessun problema. Ora abbiamo una maggiore quadratura di gruppo e la differenza rispetto al passato si nota eccome. L’allenatore attuale da quando è arrivato ci ha caricati a livello caratteriale e ci ha aiutato tanto. Siamo più compatti e più concreti".

Sul ruolo e sui tifosi -
Belloni ha poi parlato anche della sua posizione in campo e su quale sia il ruolo che preferisce occupare: "Per quello che mi riguarda mi trovo bene sia a destra che a sinistra - ha aggiunto - a destra posso andare più facilmente al tiro mentre a sinistra sono più obbligato ad andare sul fondo per riuscire a crossare. Trasferte vietate per i nostri tifosi dopo gli episodi dello scorso weekend? Ci dispiace perché la nostra tifoseria per noi è davvero una forza in più, il nostro dodicesimo uomo in campo che ci dà un grande supporto. Se davvero l’Osservatorio impedirà ai tifosi di esserci a noi mancherebbero tanto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche