Avellino, Novellino: "Ci siamo quasi..."

Serie B

"Settimana ballerina che non mi è piaciuta ma abbiamo risposto bene - ha detto il tecnico - Castaldo si è tolto un peso e sarà utilissimo al gruppo. Il mio futuro? La cosa importante è che questa squadra si salvi, poi il presidente sa come la penso; qui sto bene"

Al termine di una settimana complicata l’Avellino di Walter Novellino si prende i tre punti sul complicato campo di Pisa. La squadra di Gattuso viene sconfitta dalla rete segnata da Laverone nel secondo tempo. I biancoverdi possono così festeggiare la seconda vittoria consecutiva e il raggiungimento dei dei 44 punti in classifica, gli stessi che i campani avevano prima della penalizzazione arrivata in settimana. Nel post gara, poi, il tecnico dell’Avellino si è presentato in sala stampa per commentare il risultato di giornata e la prestazione dei suoi calciatori. Queste le parole di Novellino.

Sulla settimana vissuta e sulla gara

"Oggi abbiamo mostrato carattere e coraggio e non era facile dopo una settimana del genere - ha ammesso l’allenatore - manca ancora tanto al raggiungimento dell’obiettivo ma posso dire che ci siamo. Ho visto una prova di grande maturità di Perrotta, che sta migliorando di settimana in settimana. Bravo anche Solerio che nonostante un inizio a rilento si è ben comportato. L'unica pecca è stata quella di non aver chiuso il match nelle ripartenze. Noi siamo dei lupi, gente di carattere e lo abbiamo dimostrato. L’abbraccio con Castaldo alla fine della partita? Io sono come un padre per i miei calciatori, di sacrifici Luigi ne ha fatti molti e si è liberato di un peso - così ora ci potrà dare una mano fino alla fine della stagione".

Presente e futuro

E ancora: "È stata una settimana ballerina che a me non è piaciuta. I ragazzi si stanno prendendo le giuste soddisfazioni. E’ vero, avremmo tre punti in più in classifica ma ora non dobbiamo calare di intensità, ci vogliono ancora sei punti. Affronteremo questo rush finale senza tralasciare nulla perché il calcio è strano. Mancano ancora sei punti alla salvezza e noi restiamo sul pezzo. Futuro? Io sono avellinese, ci tengo alla mia avellinesità. La cosa importante è che questa squadra si salvi, poi il presidente sa come la penso. Ad Avellino sto bene".

I più letti