Avellino, ripresa senza Gonzalez e Verde

Serie B

I due giocatori hanno svolto una seduta differenziata per una contusione al ginocchio destro - il primo - e per una contusione al flessore della coscia - il secondo. Lunedì ci sarà il derby contro i lBenevento e i biancoverdi non possono concedersi altri passi falsi

Lunedì il derby

Dopo la partita di ieri in casa contro l’Ascoli (persa per 2-0) in cui “non ha funzionato nulla” come detto poi dall’allenatore Walter Novellino dopo il novantesimo in conferenza stampa, l’Avellino è tornato a concentrarsi su questo finale di campionato di Serie B. Il calendario dice che nel prossimo impegno i biancoverdi affronteranno il Benevento fuori casa nell’acceso derby campano. D’Angelo e compagni vogliono tornare alla vittoria che manca da due partite e l’occasione si presenta propio in uno dei match più importanti di tutta la stagione. All’indomani del ko contro i bianconeri non c’è tempo per fermarsi e la squadra è già tornata a lavorare. Ripresa degli allenamenti nel pomeriggio al Partenio-Lombardi - come informa il sito ufficiale della società campana.

Ripresa immediata dei lavori

Il tecnico Novellino ha lavorato con il gruppo al completo, fatta eccezione per Migliorini e Gavazzi - infortunati di lungo corso - e la squadra ha così preso parte alla prima seduta programmata di avvicinamento alla sfida in programma lunedì alle ore 12:30 al Vigorito. Seduta differenziata e terapie per Gonzalez, fermato da una contusione al ginocchio destro, e anche per Verde - fermo ai box a causa di una contusione al flessore della coscia destra. Per la giornata di domani è previsto un altro allenamento a porte chiuse al Partenio-Lombardi, con inizio alle pre 12:30.

Salvezza aritmetica da centrare

Quattro partite alla fine della stagione e l’obiettivo di concludere al meglio una stagione iniziata male e che ha poi visto il cambio di rotta grazie all’arrivo in panchina di Novellino. L’allenatore intende evitare altri passi falsi come quello di Ascoli, in cui la squadra ha mostrato sin dai primi minuti un atteggiamento sbagliato, che ha poi condizionato la partita e condotto i bianconeri alla sconfitta. “Una delle peggiori prestazione sotto la mia gestione”, ha poi detto l’allenatore dopo il novantesimo, che ha interrotta la serie positiva di cinque giornate e ha anche allontanato momentaneamente l’aritmetica salvezza. Un obiettivo che è ancora da centrare anche a causa dei risultati arrivati dagli altri campi: il vantaggio sul quintultimo posto è ora di soli quattro punti. Per questo a Benevento non saranno ammesse altre pause, la squadra dovrà reagire sia dal punto di vista del gioco che da quello mentale, per portare così ad Avellino i punti necessari per centrare l’obiettivo salvezza.

I più letti