Spezia, Di Carlo: "Ai punti avremmo meritato"

Serie B
di_carlo_spezia_getty

L'allenatore bianconero contento della prestazione dei suoi, nonostante lo 0-0: "È mancato il gol da tre punti, ma la squadra ha lottato e ha avuto coraggio". Sui playoff: "Non possiamo fare calcoli, le somme si tireranno solo a stagione conclusa"

Una buona prova per lo Spezia, terminata però con un nulla di fatto. 0-0 al Curi contro il Perugia per la squadra di Di Carlo, un pareggio che potrebbe permettere al Frosinone di allargare ulteriormente la forbice tra il terzo e il quarto posto, mettendo così in pericolo i playoff: "Oggi si sono viste tante cose buone, siamo riusciti a creare diverse occasioni in un casa di un ottimo Perugia, ma è mancato il gol da tre punti; la squadra ha lottato fino alla fine senza mai risparmiarsi, cercando la vittoria fino al triplice fischio finale e interpretando la gara con grande coraggio: purtroppo è mancata la zampata vincente”, ha commentato a fine gara l’allenatore bianconero. “Peccato per l'ultima azione, Giannetti non ha controllato alla perfezione la sfera ed ha tardato nella progressione verso la porta avversaria, dispiace, perchè è un ragazzo che dopo tanta fatica avrebbe meritato un gol così importante, ma gli ho già detto di non pensarci più e di pensare già da ora al derby con il Pisa in programma nel prossimo turno”.

"Non facciamo calcoli, le somme a fine stagione"

Sulla gara: “Dopo che il Perugia è passato alla difesa a quattro, abbiamo dovuto fare lo stesso perchè Piccolo era troppo avanzato e costringeva Mastinu a giocare come quinto. Ciononostante abbiamo continuato ad esprimere il nostro gioco, cercando di sfruttare tutti gli spazi che il Perugia ci ha concesso; complimenti ai miei ragazzi che hanno affrontato la sfida con il piglio giusto, lottando fino al novantesimo contro una squadra che come noi ha messo il cuore in campo. Bucchi? Ottimo allenatore, la sua è un'ottima squadra ed oggi devo dire che abbiamo trovando un ambiente davvero sportivo, dove si è potuto giocare a calcio senza perdersi in polemiche e gesti poco edificanti, nonostante la posta in palio fosse alta per entrambe”. Capitolo playoff: “Non possiamo fare calcoli, così come non può farli il Perugia. Entrambe le squadre devono cercare di fare sei punti nelle prossime due gare, ovviamente sperando che almeno una tra Frosinone ed Hellas Verona non vinca tutte e tre le partite che restano. Questo è un campionato dove la SPAL ha sorpreso tutti, meritando il primo posto e compiendo un cammino incredibile, scombussolando un po' le gerarchie iniziali, ma non è ancora finito e le somme si tireranno al fischio finale della 42a giornata”, ha concluso Di Carlo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche