Avellino, Novellino: "La squadra ha problemi di testa"

Serie B
walter_novellino_avellino_getty

"Nel complesso alla squadra darei un sei. Posso solo dire che ci siamo ritrovati in zona playout senza un perché. Contro il Latina non ci sarà tattica, non ci sarà nulla. Ci sarà solo lottare per qualcosa di importante. Chiedo scusa ai tifosi", ha detto il tecnico

Altro derby perso per l’Avellino di Walter Novellino, sconfitto 2-0 dalla Salernitana all’Arechi. In gol Coda e Improta nella ripresa, i biancoverdi terminano la partita in 10 per l’espulsione di Bidaoui e rimangono così a fermi a quota 46 punti - in zona playout. Decisiva sarà pertanto l’ultima partita da giocare al Partenio-Lombardi giovedì contro il Latina, nell’ultima giornata del campionato regolare. Deluso l’allenatore dei campani dopo il ko odierno, queste le parole di Novellino in conferenza stampa.

Sul finale di stagione

"La squadra doveva stare attenta sulla linea del fuorigioco ma stiamo pagando la frenesia di raggiungere subito l'obiettivo. Adesso bisogna ripartire con un'altra testa, giovedì affronteremo il Latina e per noi sarà la gara della vita. La responsabilità della sconfitta è mia, stiamo mettendo in campo calciatori certamente adatti ma sotto l'aspetto mentale qualcuno sta soffrendo. Giovedì ci giochiamo tutto, il campionato non è finito. Bisogna concludere nel migliore dei modi la stagione. Anche la mia società sta facendo di tutto per raggiungere la salvezza. Giovedì non c'è tattica che tenga ma non possiamo subire gol del genere".

Sulla squadra e sulla partita

"Castaldo oggi ha fatto bene, lo stesso Bidaoui stava facendo bene fino al momento dell’espulsione. La Salernitana ha fatto la sua gara ma giovedì contro il Latina si deve vedere un altro Avellino. Verde ha qualità, onestamente sta facendo un po' fatica ma sono convinto che ci darà una grande mano nell’ultima gara. Abbiamo bisogno anche di lui. Nel complesso alla squadra darei un sei. Posso solo dire che ci siamo ritrovati in zona playout senza un perché. Oggi mi aspettavo qualche risposta in più dalla squadra sotto l'aspetto caratteriale. Adesso bisogna star zitti e fare i fatti. La società mi ha messo a mio agio ovunque e mi devo assumere le mie responsabilità. Da domani cercheremo di lavorare su queste situazioni, vogliamo uscire a testa alta da questo campionato. Rilassamento? Sembra di sì, adesso non ci sono né se e né ma, dipende tutto da noi".

Verso il Latina

"Non mi sento di dire nulla ai tifosi, mi vorrei solo scusare con loro. Dobbiamo dare loro una risposta migliore perché non meritano questa situazione. Se sono preoccupato? Nella giusta misura, non sono un irresponsabile ma sono convinto che giovedì sarà la partita della vita e dovremo mettere in campo un atteggiamento diverso e dare qualcosa in più. Mancheranno Djimsiti e Bidaoui ed è un peccato, perché erano tra i più in forma dell’intera rosa. Non ci sarà tattica, non ci sarà nulla. Ci sarà solo lottare per qualcosa di importante".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche