Gattuso: "Porterò sempre il Pisa nel mio cuore"

Serie B

"Devo ringraziare tutto l’ambiente - ha detto il tecnico - qui ho vissuto due anni fantastici e non rinnego niente, sono orgoglioso di aver onorato questa società. Futuro? Vediamo, voglio fare l’allenatore 24 ore al giorno". Corrado: "Che peccato la retrocessione!"

Finisce in pareggio la penultima gara del Pisa in questo campionato di Serie B. I ragazzi di Gennaro Gattuso pareggiano 0-0 in casa dello Spezia (con i bianconeri che hanno anche sbagliato un rigore nel finale) e si portano così a 35 punti. Già con la certezza di dover ripartire dalla Lega Pro nella prossima stagione, i toscani hanno comunque onorato la partita. Così dopo il fischio finale l’allenatore dei nerazzurri ha commentato la gara dei suoi calciatori.

"Risultato straordinario"

"Questo risultato è qualcosa di straordinario per come ci siamo arrivati, allenarsi senza motivazioni non è mai facile. Abbiamo fatto quello che potevamo fare, io ho fatto le mie scelte di formazione e i rapporti con la società sono ottimi. Se ho fatto giocare questi calciatori è perché si sono allenati benissimo. Volevo vedere come avrebbero tenuto il campo messi nella mischia e non hanno tradito le aspettative. Questa Serie B, questa annata, queste 42 partite mi hanno fatto capire che i pareggi sono molto importanti e che la mia squadra quando ha osato di più purtroppo ci ha sbattuto la testa. Io devo ringraziare Pisa, qui ho vissuto due anni fantastici e non rinnego niente, sono orgoglioso di aver onorato questa società e porterò sempre questa esperienza nel mio cuore, senza retorica o bugie".

Le parole del presidente

"E’ stato un anno particolare e difficile, ringraziamo Dio per l’arrivo di questa nuova proprietà. Il mio futuro? Vediamo, faremo delle scelte dopo il Benevento per quello che riguarda me e il mio staff. Son sicuro di voler fare l’allenatore 24 ore su 24". In seguito ha poi parlato anche il presidente, Giuseppe Corrado: "Siamo contenti di questo risultato, sarebbe stato un peccato per Cardelli - visto quello che ha fatto oggi - subire gol su quel rigore. Rinnoverà con noi, ha dimostrato grande attaccamento a questa maglia e sarà uno dei punti fermi da cui ripartire la prossima stagione. Finalmente abbiamo rivisto anche Zonta e Zammarini, la loro prestazione dimostra che non ci eravamo sbagliati. Questa squadra può giocarsela con tutti e la retrocessione è un peccato ma siamo pronti a risalire".

I più letti