Parma, D'Aversa: "Gara andava sospesa, nella ripresa non si è giocato"

Serie B

L'allenatore degli emiliani ha commentato la sconfitta con il Brescia in conferenza stampa: "Se una delle due squadre va in vantaggio si fa più difficile sospendere la gara. Non è stata una partita di calcio nel secondo tempo"

Niente tris, per il Parma, che alla terza di campionato riceve il primo stop stagionale. A firmarlo è il Brescia, che espugna il Tardini grazie alla rete di Ferrante. Roberto D’Aversa ha analizzato la sconfitta in conferenza stampa. “Sulle condizioni del campo l'arbitro ed i capitani hanno deciso di continuare a non giocare a calcio. Avrei fatto le stesse scelte di formazione, avevamo diversi giocatori reduci da infortunio e a maggior ragione su un campo del genere era meglio non rischiarli. Abbiamo avuto una grande occasione nel primo tempo parata dal loro portiere e potevamo anche pareggiare la partita. Si poteva far meglio ma è chiaro che su un campo del genere la prima squadra che va in vantaggio mette un'ipoteca sulla partita. Gol regalato su un fallo ingenuo. Poi è chiaro che se una delle due squadre va in vantaggio si fa più difficile sospendere la gara. Non è stata una partita di calcio nel secondo tempo, tant'è vero che ho inserito Sierralta per cercare di sfruttare la sua struttura fisica” ha esordito l’allenatore degli emiliani.

D’Aversa: “Dispiace per i tifosi”

D’Aversa ha proseguito la sua analisi: “Abbiamo preparato la partita cercando di girare palla velocemente e attaccarli e credo lo abbiamo fatto tre volte. Siamo stati un po' in affanno nel cercare di farli aprire. Quando si passa in svantaggio si tende a perdere equilibrio, ma noi tranne in un'occasione non lo abbiamo fatto creando un paio di grosse occasioni da gol con Iacoponi e Di Cesare. C'è rammarico per non aver dato seguito ai risultati ma bisogna avere equilibrio sia nelle vittorie che nelle sconfitte. Per fare un campionato importante, sta a noi indirizzarlo nella maniera giusta, dispiace per tutti i tifosi davvero”.

I più letti