Venezia, Cernuto: "Orgoglioso della mia scalata. Esordio? Un'emozione"

Serie B

"Io, dalla Serie D alla Serie B sempre con questa squadra". Il difensore si racconta e rivive i suoi momenti: "Esordio? Una bella emozione, ma me ne sono reso conto soltanto alla fine. Per me è una bella soddisfazione"

Dalla D alla B sempre col Venezia, il sogno di Cernuto è già realtà: "All'esordio mi sono emozionato, per me è una bella soddisfazione". Centrale difensivo, sempre a difesa di questi colori. Francesco Cernuto, oggi, si sente un po' più orgoglioso di vestire la maglia del Venezia. Contro il Bari di Grosso - nella sfida vinta per 2-0 contro il suo amico e Campione del Mondo - l'esordio dal primo minuto, queste le sue parole ai microfoni di "Trivenetogol". 

"Io, sempre presente dalla D alla B"

“Durante il viaggio di ritorno ci ho pensato. Ho pensato alla trasferta di Dro, che è stata la prima in Serie D della nuova società, e con il pensiero sono andato fino al San Nicola, passando dai vari stadi in cui ho giocato, dalla Serie D alla Lega Pro. E’ una bella soddisfazione per me, e penso che anche per il Venezia sia stata una scalata che va ricordata e che rimarrà nella storia". E ancora: “Quelle persone che sono arrivate sono state una delle maggiori soddisfazioni della gara del San Nicola. Sicuramente la mia scalata è coincisa con quella del Venezia e della nuova società - dice Cernuto - e di questo sono molto orgoglioso”.

"Orgoglioso dell'esordio"

Continua Cernuto: "E’ stata una bella emozione. A dir la verità, me ne sono reso conto a fine partita, perché in quel momento, giustamente, non pensi all’esordio e a quanto devi giocare: pensi piuttosto a quello che devi fare in partita, alle direttive che ti sta dando Inzaghi, con il suo secondo D’Angelo ci siamo messi d’accordo sulle palle inattive. E poi ti ritrovi dentro, in campo, e lì non pensi più a niente, se non a fare quello che sai fare”. Infine, sulla prossima gara contro lo Spezia: "Sicuramente il campionato di Serie B è un campionato molto difficile, ogni partita è molto insidiosa e tutte le squadre nascondono dei pericoli. Dopo aver cominciato a parlare con mister Inzaghi dello Spezia, speriamo adesso di regalare qualche vittoria in casa ai nostri tifosi che, sono sicuro, venerdì prossimo non mancheranno all'appuntamento!".

I più letti