user
28 settembre 2017

Parma, D'Aversa: "Non creiamo alibi e lavoriamo"

print-icon
Roberto D'Aversa

Roberto D'Aversa, allenatore del Parma

L'allenatore degli emiliani ha presentato in conferenza stampa il prossimo impegno contro la Salernitana: "A loro mancheranno alcuni giocatori, ma non dobbiamo commettere l’errore di pensare che abbiamo contro una squadra debole"

Alla vigilia di Parma-Salernitana, gara valida per la 7° giornata di Serie B, Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nel centro tecnico di Collecchio. Al Tardini il Parma, che non ha mai pareggiato, incontrerà una squadra che invece di pareggi ne ha già ottenuti 4 in stagione. “Loro vengono da un bella vittoria in casa contro lo Spezia per 2-0, sono scesi in campo con il 3-4-1-2 finendo con il 3-5-2. Sì è vero che in questo momento non abbiamo mai pareggiato, ma quando si prepara una partita lo si fa per ottenere il migliore risultato possibile, poi come sempre sarà il campo a dare il proprio verdetto, speriamo ovviamente positivo“ ha detto l’allenatore nella conferenza stampa della vigilia. Alla Salernitana mancheranno alcuni giocatori, ma D’Aversa spiega che “non dobbiamo commettere l’errore di pensare che abbiamo contro una squadra debole per i giocatori che mancheranno, ho sempre pensato di non creare alibi alla mia squadra per via delle assenze: loro sono in una buona condizione fisica, noi dobbiamo metterci la massima concentrazione per riprendere il cammino intrapreso a Venezia”.

Sulle parole di Carra

In settimana l’amministratore delegato del Parma Calcio Luca Carra è intervenuto con una conferenza stampa a Collecchio, per chiarire gli obiettivi del club. “Prima di tutto la proprietà si è mostrata sempre al mio fianco, osservando quasi tutti gli allenamenti e confrontandosi spesso anche telefonicamente” ha precisato l’allenatore. Che poi ha proseguito così: “Mi fanno piacere le parole di Carra, perché fanno capire che c’è unita d’intenti. In questo campionato ci sono squadre più attrezzate, vuoi perché hanno una rosa che ha fatto la Serie A, vuoi perché hanno potuto beneficiare del paracadute. Ciò non significa che non daremo il massimo, anzi: non deve essere un alibi. Se pensiamo di poter vincere tutte le gare perché siamo il Parma ci sbagliamo. Dobbiamo cercare di fare risultati lavorando sul campo”.

Assenti Ceravolo e Saporetti

Dopo aver chiarito che tra gli assenti ci saranno solo Ceravolo e Saporetti, D’Aversa si è soffermato sull’ultima gara, vinta 0-1 al Penzo: “Il Venezia non aveva mai perso e non aveva mai preso gol in casa, penso che la prestazione sia stata abbastanza positiva: numeri alla mano il possesso palla l’abbiamo fatto noi, anche se abbiamo creato meno palle gol. Il lato positivo è che continuiamo a segnare su palle inattive e questo è il frutto del lavoro che facciamo in settimana, quello invece da migliorare è il fatto di creare più occasioni. Ritrovare compattezza e spirito di sacrificio per portare i tre punti a casa è stato un punto di partenza. Ora dobbiamo affrontare le situazioni con più determinazione, di spazi contro il Venezia ce n’erano pochi, ma abbiamo ragazzi che possono spingersi fino a certe zone del campo e ci devono mettere del loro, le qualità le abbiamo tutte. La formazione? Devo valutare anche l’allenamento di oggi. Considero tutto: condizione fisica, stanchezza, acciacchi. Faccio le scelte secondo una certa logica e mai contro gli interessi della squadra”. Con Scozzarella davanti alla difesa il Parma ha guadagnato a Venezia più velocità di azione: “Matteo aveva bisogno di ritrovare la condizione fisica, è stato fermo 40 giorni dopo la finale playoff dello scorso anno, poi durante la ripresa ha avuto un altro problema che lo ha rallentato. Oggi è in condizione ottimale e quel ruolo lo può ricoprire, il campionato di Serie B è adatto a lui e alle sue caratteristiche. Germoni? A Venezia è partito un po’ in difficoltà, ma è normale perché non giocava da tempo, poi credo abbia fatto una buona gara ha qualità più difensive e meno di spinta rispetto a Scaglia”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi