Empoli, Vivarini: "Arrabbiati per l'ultima sconfitta, vogliamo riscattarci"

Serie B

L'allenatore azzurro alla vigilia di Empoli-Foggia: "L'ultima sconfitta ci ha lasciato grande rabbia, pensavamo di aver vinto ma in questo campionato non bisogna sottovalutare nulla. Ora ho visto una squadra che vuole reagire. Il Foggia è una squadra da rispettare, ma abbiamo tutte le carte in regola per fare bene"

Due sconfitte consecutive contro Cittadella ed Avellino, l'Empoli torna al Castellani per riscattarsi. Gli azzurri riceveranno il Foggia, con Vincenzo Vivarini che vuole a tutti i costi tornare a fare punti. "La gara di sabato ci ha lasciato davvero tanta rabbia - ha detto in conferenza stampa l'allenatore azzurro - portandoci ad una settimana molto intensa, dove ho visto forte voglia di tornare in campo per cancellare quella sconfitta. Ritornando alla gara di sabato, pensavo che l´avevamo preparata bene, partendo forte e con un giusto approccio, trovando pio però nuovi problemi, sentendoci forse appagati dopo il 2-0 e pagandolo a caro prezzo. Ma questo deve servirci da lezione, questo è il campionato di B e dobbiamo crescere ancora, consapevoli che si può vincere o perdere con tutti. In settimana, come ho detto, ho però visto una squadra molto concentrata, attenta e con la voglia di fare le cose nel modo giusto. Ho visto una bella reazione da parte di tutti e questo mi lascia bene sperare per la gara contro il Foggia".

"Foggia da rispettare, ma possiamo fare bene"

"Il Foggia è una squadra da rispettare – ha proseguito Vivarini - una squadra che a differenza di molte altre cerca sempre di giocare ed è molto propositiva. Ci attende una partita dove saremo molto sollecitati e dove ci vorrà grande attenzione in fase di non possesso: dovremo essere molto attenti a livello tattico, cercando di non far giocare il Foggia come sa. In settimana siamo partiti anche da qui per preparare al meglio la partita, curando ogni dettaglio, poi come sempre giocheremo a viso aperto secondo la nostra mentalità: mi aspetto una bella gara, sperando di riuscire a portare in campo a fare quanto ci siamo prefissati. Formazione? Mancheranno alcuni elementi, che sono impegnati con le nazionali ma non dobbiamo farci condizionare da questo. Chi ha giocato meno nelle prima gare per me ha tutte le carte in regola per giocare e fare bene: sono convinto che in squadra abbiamo tanti elementi importanti che non sono certe riserve che domani saremo ugualmente molto competitivi. Dobbiamo continuare a consolidare il nostro modo di giocare e di pensare, dobbiamo cercare di essere sempre più efficaci e togliere quelle lacune che nel tempo si evidenziano. Nel nostro percorso è normale che possano arrivare alcune sconfitta, ma queste devono servire a mettere a fuoco determinati problemi, trovando subito le soluzioni e proseguendo nella crescita. Ma col tempo sono sicuro che diventeremo una squadra più solida e ancor più propositiva".



I più letti