Serie B, Brescia-Bari 2-1: gol Caracciolo, pari di Galano, decide l'autogol di Capradossi. GOL E HIGHLIGHTS

Serie B

Prima vittoria per Pasquale Marino sulla panchina del Brescia nell'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B. I padroni di casa, che venivano da un solo punto conquistato nelle ultime quattro partite, trovano il vantaggio con Caracciolo ma si fanno raggiungere da Galano. Decide a inizio ripresa l'autorete di Capradossi. 

CLICCA PER RIVIVERE LA DIRETTA DELLA PARTITA

BRESCIA-BARI 2-1
17' Caracciolo (Br), 33' Galano (Ba), 53' aut Capradossi (Br)

Brescia (4-3-3): Minelli; Cancellotti, Gastaldello, Somma, Lancini; Bisoli, Machin, Martinelli; Furlan, Caracciolo, Ferrante. All.: Marino.
Bari (3-4-3): Micai; Cassani, Marrone (46' Capradossi), Gyomber; Fiamozzi, Busellato, Basha (50' Petriccione), Improta; Galano, Cissè, Iocolano. All.: Grosso.

Primo tempo

Il Brescia per cambiare rotta, il Bari per trovare la prima vittoria esterna della stagione e la momentanea vetta della classifica: l’undicesima di Serie B presenta un anticipo dagli equilibri delicati. A confronto due filosofie differenti, quelle di Pasquale Marino e di Fabio Grosso. Subito i lombardi, trascinati dal pubblico del Rigamonti, proiettati in avanti nei primi minuti di partita. Pressing che costringe gli ospiti a rintanarsi nella loro area di rigore: propositivi i centrocampisti di casa, dinamici e interscambiabili tra loro. Avvio deciso che fa subito crollare le certezze baresi: al 19’, dopo un provvidenziale salvataggio di Basha su Machin, infatti è già tempo di 1-0. A sbloccare la partita Andrea Caracciolo, a secco nelle ultime quattro partite: il centravanti 36enne, ben servito nello spazio da Ferrante, sfugge bene alla difesa ospite e con un diagonale batte Micai. Monologo Brescia nei primi 25’ di partita, con il Bari incapace di infilzare la difesa delle Rondinelle, molto ben organizzata e subito pronta a rilanciare l’azione degli attaccanti. Al 29’ doppia chance per la squadra di Marino, a un passo dal raddoppio: prima con Ferrante, ben imbeccato su punizione da Martinelli ma incapace di chiudere con il destro da buona posizione; poi con lo stesso Martinelli, che con un sinistro dal limite mette a dura prova i riflessi di Micai. Nel momento di massima pressione bresciana, però, il Bari si riaccende all’improvviso: al 34’ perfetto il cross di Fiamozzi, Galano beffa Cancellotti e di testa supera Minelli. 1-1 inatteso, ma grande risposta della squadra di Grosso: 6 gol in 6 partite stagionali per l’attaccante foggiano, tornato in grande forma dall’infortunio. Il match si riporta in equilibrio, i biancorossi che riprendono campo sul finire del primo tempo. Micai però deve ancora tremare: al 43’, infatti, Gastaldello imbecca in area il solito Caracciolo, che di destro stampa il pallone sulla traversa. Termina 1-1 un primo tempo decisamente piacevole: meglio nel complesso il Brescia, Bari bravo (e fortunato) a tenere in piedi la partita.

Secondo tempo

Nel secondo il Bari cambia interpreti difensivi e modulo, passando al 4-3-3: dentro Capradossi e fuori Marrone, spesso in difficoltà nel marcare il gigante Caracciolo. Sempre più propositivo il Brescia, in costante pressing sulla retroguardia ospite anche nella ripresa. E per il 2-1 bastano meno di 10 minuti: al 54’ Furlan crossa dalla sinistra, proprio Capradossi anticipa sbadatamente Petriccione e deposita involontariamente nella propria rete. Dopo il vantaggio dalla squadra di Marino la partita diventa più confusionaria ed equilibrata: prova a riprendere campo il Bari, spesso però frettoloso e impreciso in fase offensiva. Passano meno di 20’ e sul piede di Iocolano capita la prima occasione biancorossa della seconda frazione: ben servito nello spazio da Improta, l’esterno calcia a botta sicura in area di rigore, ma l’intervento in chiusura di Gastaldello è provvidenziale. Valzer di cambi da entrambe le parti, la squadra di Grosso prende progressivamente possesso del pallino del gioco: all’82’ Busellato sfiora il pareggio, mettendo di poco fuori in mischia da situazione di calcio d’angolo. Negli ultimi minuti aumenta la pressione del Bari, alla disperata caccia del 2-2: l’assalto alla difesa di Marino, però, non va a buon fine. I biancorossi rimandano ancora l’appuntamento con la vittoria esterna e lasciano per strada tre punti importanti; boccata d’aria, invece, per il Brescia, che si porta a quota 13, fuori dalla zona caldissima della classifica.

I più letti