Bari, il ds Sogliano: "Un gruppo unito fa miracoli. Grosso farà strada"

Serie B

Il ds biancorosso in conferenza stampa verso la Salernitana: "Sarà una gara difficile, loro hanno grande entusiasmo. Difficoltà in trasferta? Non è questione di personalità". Su Grosso: "Farà una grande carriera"

Il Bari vuole scendere dall’altalena e puntare dritto alla vetta della classifica. Nelle ultime settimane diverse le occasioni perse dalla squadra di Grosso, che in altrettante occasioni ha però mostrato unione e talento. La prossima sfida sarà di quelle delicate: i biancorossi giocheranno all’Arechi contro la Salernitana (attualmente appaiata in classifica a 19 punti), per cercare di strappare la prima vittoria esterna della stagione. A questo proposito ha voluto intervenire in conferenza stampa Sean Sogliano, ds del club: “Vorrei metterci la faccia in un momento delicato per il campionato. Le squadre che fanno molto bene sono quelle che hanno un ambiente molto unito, che vive di entusiasmo e che nei momenti difficili sostiene il gruppo. I tifosi veri sono quelli che vengono allo stadio anche dopo le sconfitte, il loro sostegno è un valore aggiunto a questa società”. Sulla sfida di sabato prossimo: “Sarà una partita molto complicata, contro una squadra che ha i nostri stessi punti, forse più entusiasmo. Improta e Busellato? Sono due giocatori che stanno facendo un gran campionato, hanno lo spirito giusto, quello che serve a questa squadra: non mollano mai e lottano su ogni palla”.

"Grosso è un patito di calcio, farà una grande carriera"

Equilibrio e costanza: questa la ricetta per il direttore sportivo, in un campionato in cui “tutti possono vincere e arrivare ultimi, mai come quest’anno. L’ambiente unito ti fa fare i miracoli”. Sui risultati che non arrivano lontano dal San Nicola: “Siamo una squadra che fa calcio, che propone, non una che subisce e agisce in contropiede, sia in casa che fuori. Uno può pensare a un discorso di personalità, ma penso che giocare in casa dia più responsabilità”. Su Grosso, poi: “È un patito di calcio, vive di calcio, da cosa penso di lui, ne parliamo spesso. Per me farà molto bene nella sua carriera. È normale che adesso dobbiamo pensare a oggi. Ha un contratto biennale, ma il calcio è volubile. Abbiamo entrambi i piedi per terra, non ha bisogno di fare cinema. Sa quello che vuole e da di avere una grande possibilità qui a Bari. Si impegna ogni giorno per dare un’identità alla squadra”. Contratti, come quello rinnovato da Sogliano poche settimane fa fino al 2020: “Una persona che fa il mio lavoro deve interpretarlo come se dovesse rimanere in un posto per dieci anni, altrimenti non lavorerebbe con lo spirito e la voglia giusti. Ringrazio il presidente, il fatto di aver allungato il contratto è importante, ma anche non facendolo avrei lavorato allo stesso modo. Sono testardo, voglio cercare in tutti i modi di lasciare qualcosa dove vado. L’importante oggi è il presente”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.