Empoli, Vivarini: "Con lo Spezia ci vuole ritmo e intensità. Il clima intorno a noi è quello giusto"

Serie B

L'allenatore azzurro alla vigilia di Empoli-Spezia: "Affrontiamo una squadra molto attenta tatticamente, noi in settimana abbiamo lavorato bene per curare i nostri difetti. Intorno a noi c'è l'aria giusta, sono sicuro che troveremo maggior continuità"

Posticipo domenicale della Serie B, l'Empoli ospita lo Spezia con l'obiettivo di riprendersi la vetta della classifica. Gli azzurri hanno bisogno di una vittoria per agganciare nuovamente il Frosinone al primo posto. Vincenzo Vivarini ha presentato così la partita contro lo Spezia: "In settimana abbiamo fatto un´analisi approfondita della situazione – ha dichiarato l'allenatore azzurro - consapevoli che ci sono delle cose da sistemare. nel più breve tempo possibile. Prendendo in esame le ultime due trasferte, abbiamo preso tre tiri in porta, lavorando bene nelle zone alte di campo e concedendo poco. Accanto a questi dati positivi ci sono però dei problemi che emergono con il passare delle partite, come ad esempio il fatto che prendiamo gol a difesa schierata. Partendo da questo, in settimana abbiamo lavorato tantissimo per riuscire a sistemare queste cose nel più breve tempo possibile, perché sono convinto che abbiamo tutte le capacità per fare meglio a livello difensivo, migliorando il lavoro di tutti e non solo del reparto. Lo Spezia è una squadra che a livello tattico è molto applicata e attenta, una squadra da prenderla con le molle. Giocano con il 4-3-1-2 e noi in settimana abbiamo lavorato per andare a prenderli in funzione di questa disposizione. Parliamo di una squadra da non sottovalutare, con elementi esperti in tutti i reparti: noi dovremo provare giocare con ritmo e intensità, provando a metterli in difficoltà con velocità e idee chiare".

"Intorno a noi c'è il clima giusto"

"Formazione? Valuterò fino all´ultimo le condizioni di tutti e mi prendo tutto il tempo per decidere anche perché in settimana in molti mi hanno dato segnali importanti sia a livello fisico che mentale – prosegue - I gol presi dopo il vantaggio? In generale dico che dobbiamo avere un po´ più di entusiasmo, un fattore che inevitabilmente ti porta ad avere maggiore convinzione e che a noi forse in determinati momenti viene meno. In settimana abbiano analizzato anche questo: il problema si è palesato ad Avellino e da allora stiamo facendo passi avanti ma dobbiamo ancora crescere per far sì che non ci ricapiti più. L´importanza della gara? In questo momento della stagione tutte le partite hanno la massima importanza: il campionato parla di un grandissimo equilibrio, dove davvero si può vincere o perdere con tutti. Ancora i valori non sono ben delineati e per questo noi dobbiamo cercare di risolvere nel più breve tempo possibile i nostri problemi e allo stesso tempo fare punti. L´aria intorno a noi è quella giusta, l´ambiente e i tifosi sono perfetti e spero che domani siano presenti allo stadio e ci diano una mano come sempre fatto fino ad adesso. Quando parlo di entusiasmo, come detto, mi riferisco alla squadra, che deve trovarlo e far crescere la propria autostima. Dobbiamo essere noi a trovare questa spinta per migliorare perché appena ci convinciamo ancora di più della nostra forza sono sicuro che troveremo anche una maggiore continuità di risultati sia in casa che in trasferta". 

I più letti