Bari, Grosso: "A Novara con maturità, vogliamo punti"

Serie B

L'allenatore biancorosso alla viglia del match del Piola: "Fuori casa dobbiamo fare meglio, ma serve migliorare solo alcuni dettagli. Corini? Un piacere incontrarlo di nuovo"

Il Bari ha un chiaro, doppio obiettivo: vincere la prima partita lontano dal San Nicola e, di conseguenza, raggiungere la vetta della classifica di Serie B. Proverà a farlo sabato sul difficile campo del Piola di Novara: "Sappiamo le insidie che può nascondere questa partita, che dovremo affrontare con molta maturità. Dovremo essere bravi a gestire i momenti negativi per poi proporre le nostre giocate e le nostre qualità”, ha detto Fabio Grosso in conferenza stampa alla vigilia del match. E ha indicato la via da seguire: “Dobbiamo fare la solita partita. In trasferta abbiamo spesso fatto bene. Dobbiamo migliorare alcuni dettagli. Abbiamo voglia di uscire da Novara con dei punti”. Contro, la squadra di Eugenio Corini, una vecchia conoscenza di Grosso (giocavano insieme al Palermo, ndr): “Abbiamo passato momenti belli insieme. Ha qualità importanti, e sono sicuro che le dimostrerà anche a Novara. Sarà un piacere rincontrarsi”.

"Fuori casa dobbiamo fare meglio. Pronti per fare una gran partita"

Il tabù trasferta non può che essere l’argomento principe della conferenza dell’allenatore biancorosso, che ha chiarito più di un concetto: “E' evidente che fuori casa dobbiamo fare meglio. Nel momento in cui gli avversari ci mettono pressione, dobbiamo saper soffrire per poi proporre le nostre qualità. Le nostre certezze non devono dipendere dai nostri tifosi ma da quello che siamo in grado di fare. In sostanza, dobbiamo saper essere forti anche quando non abbiamo il supporto del nostro stadio, che resta comunque importante per noi”. Indisponibili per la gara di sabato sono Marrone, D'elia, Morleo e Capradossi: “A prescindere dalle assenze - ha continuato Grosso - siamo pronto per fare una grande partita. Nelle prossime due settimane abbiamo quattro gare e sarà importante avere tutti a disposizione per fare il massimo”. Lode, infine, al gruppo: “Avere a disposizione tanti giocatori bravi che si sentono partecipi è sempre stato il mio obiettivo. Noi abbiamo questa fortuna: per il momento sono contentissimo di come si stanno comportando tutti, anche quelli che subentrano a partite in corso”, ha concluso l’ex allenatore della Primavera della Juventus.

I più letti