Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
18 novembre 2017

Ternana, il ds Evangelisti: "Dobbiamo fare il salto di qualità"

print-icon
Sandro Pochesci - Ternana

Sandro Pochesci, allenatore della Ternana (Getty)

Il ds degli umbri ha parlato in conferenza: "Sono tutte settimane di fuoco, e in queste ultime partite si decide l'importanza del nostro campionato. Domani affrontiamo una squadra che gioca a viso aperto come noi"

La Ternana serra le fila: "Saranno settimane di fuoco, si decide il nostro campionato!". Intervenuto in conferenza stampa prima della sfida contro il Foggia, importantissima: "Affronteremo una squadra che gioca a viso aperto come facciamo noi". Le sue parole: "Stiamo creando partita per partita maggiori equlibri. Ho giocato 15 anni in Serie B, ci vuole solidità, e noi grazie al mister siamo maturati, ora dobbiamo fare il salto di qualità. Domani ce la giocheremo come sappiamo, per fare risultato che per noi è di fondamentale importanza".

"Sto lavorando per gennaio"

Bisogna lavorare bene ed essere attenti. Io sono sempre a lavoro, io guardo già a gennaio: la società è sempre pronta, dobbiamo lavorare per crescere, se abbiamo bisogno di qualcosa ci muoviamo, se qualcuno mi chiede di andar via ci regoliamo. Poi un conto è girare a tot punti e un conto ad altri". Sui punti a fine campionato: "La quota è relativa; noi dobbiamo arrivare a dei punti che ci permettano di giocare un girone di ritorno importante. Noi sul campo meritavamo almeno quattro punti in più, per essere più sereni, ma adesso stiamo crescendo in quanto a conoscenza di categoria". Qualche interesse sul mercato, alcuni giocatori della Ternana fanno gola a tante squadre: "Ne siamo contenti, ma come principio sono incedibili, perchè la società non ha bisogno di monetizzare. Anche i giovani devono essere schierati, devono sbagliare ma devono anche essere tutelati, anche dai giornalisti: noi ne abbiamo di interessanti, ma se sono chiusi è giusto che si valuti la situazione". E ancora :" La difficoltà è scegliere i giocatori giusti e allestire una squadra nuova, la sorpresa è che Sandro sia già entrato nella testa dei giocatori prima che essere un personaggio, lui è stato capace di inculcare una certa mentalità e trascina il pubblico, che sa che questa squadra ha dei limiti ma anche che è imprevedibile. Poi anche Sandro deve conoscere la categoria, trovare il suo equilibrio, ma credetemi lui ha una marcia in più, la squadra gli va dietro e si vede, è geniale".

"Settimane di fuoco!"

"Sono passati quattro mesi e mezzo dall'inizio di questa nuova avventura, sul campo a livello di prestazioni siamo tutti contenti a livello di punti invece siamo in una posizione difficile. Non sono dieci giorni di fuoco, sono tutte settimane di fuoco, e in queste ultime partite si decide l'importanza del nostro campionato. Domani affrontiamo una squadra che gioca insieme da tre anni e gioca a viso aperto come noi".  Serve una vittoria: "L'anno scorso è stata un'impresa perchè il Foggia ha perso solo quella, quest'anno è importante perchè sarebbe la vittoria esterna che ti rilancia, perchè è preoccupante fare tutti questi gol e non vincere. Noi dobbiamo ringraziare tifosi e giornalisti, perchè siete maturi e ci fate lavorare serenamente, in altre piazze non sarebbe successo". E infine, conclude Evangelisti: "Stiamo creando partita per partita sempre maggiore equilibri. In questa categoria che ho fatto per 15 anni ci vuole gamba e testa, ci vuole solidità, e noi grazie al mister siamo maturati, ora dobbiamo fare il salto. Domani ce la giocheremo come sappiamo, per fare risultato che per noi è di fondamentale importanza".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi