Bari-Foggia: 1-0, Galano a segno al 92'. Gol e highlights

Serie B

La domenica della 16^ giornata di Serie B si apre con il derby del San Nicola: nel finale Galano punisce il Foggia (rimasto in 10 all'80' per l'espulsione di Coletti) e permette al Bari di tornare in testa alla classifica a +1 sul Palermo

IL TABELLINO

CLASSIFICA E RISULTATI DELLA SERIE B

BARI-FOGGIA 1-0

92' Galano

TABELLINO

Bari (4-3-3) - Micai; Anderson, Tonucci, Gyomber, Fiamozzi; Tello, Basha (58' Brienza), Petriccione; Galano, Cissé (70' Floro Flores), Improta.

Foggia (4-3-3) - Tarolli; Loiacono, Camporese, Coletti, Celli; Gerbo, Agnelli (74' Fedele), Vacca; Calderini (72' Chirico), Beretta, Fedato (81' Empereur).

Espulso: 80' Coletti

Da un lato il Bari per ottenere tre punti di prestigio e conquistare la vetta solitaria della classifica di Serie B, dall'altro il Foggia per regalare una gioia alla città e allontanare le zone caldissime della graduatoria. L'epilogo allo stadio San Nicola è stato dei più emozionanti: a decidere il derby di Puglia per il Bari è stato Cristian Galano, attaccante biancorosso nato proprio a Foggia. Premiato l’assalto finale della squadra di Grosso, che ha ottenuto così la settima vittoria consecutive in casa di fronte ad un Foggia che – nonostante sia rimasto in dieci uomini (prima espulsione stagionale per la squadra rossonera) – si è dimostrato sempre pronto ed ordinato prima di capitolare all’ultimo respiro. A fare festa nel primo confronto tra Fabio Grosso e Giovanni Stroppa è l’ex difensore campione del mondo, corso a fine gara ad esultare sotto la curva dei sostenitori biancorossi.

Primo tempo

Squadre bloccate e che si sono controllate nella prima frazione gioco, con il Bari che ha fatto prevalere il fattore campo e che ha creato le occasioni più nitide. Inizio di gara giocato prevalentemente nella metà campo rossonera, ma la squadra di Stroppa si è prima resa pericolosa con Loiacono – barese e prodotto del vivaio biancorosso -, poi con Beretta, che tutto solo al centro dell’area avversaria ha mandato di testa tra le mani di Micai un bel pallone servito da Fedato in trivela. Alla mezz’ora è stato Improta far sussultare il San Nicola: gran destro dalla distanza per l’attaccante del Bari e pallone fuori di poco, mentre cinque minuti più tardi Tonucci ha sfiorato il gol: il colpo di testa del difensore biancorosso è finito sul palo. Prima della fine del primo tempo ancora Bari pericoloso con Cisse, che non è riuscito a centrare la porta da ottima posizione, mentre l’ultimo sussulto è del Foggia, ma Fedato, solo davanti a Micai, ha sparato alto.

Secondo tempo

Non è cambiato il copione nella ripresa, con il Bari che ha continuato a spingere per cercare la rete del vantaggio ed il Foggia che si è rinchiuso a difesa dell’importantissimo punto. Prima non sono bastati i tentativi di Galano e di Brienza, entrato al 65’ e protagonista dell’occasione più nitida della seconda frazione di gioco: fuori il suo destro al volo pochi minuti dopo l’ingresso in campo. Un vero fortino quello messo in piedi dal Foggia, che ha tenuto anche dopo l’espulsione di Coletti a dieci minuti dal termine della gara. All’ultimo respiro ci ha pensato Galano a regalare la gioia più grande ai tifosi del Bari e a mandare nello sconforto i suoi concittadini: tap-in vincente su assist di Floro Flores e primo posto in classifica. Il derby di Puglia va al Bari.

I più letti