Virtus Entella, Troiano predica calma: "Non siamo ancora usciti dal tunnel"

Serie B

Il centrocampista biancazzurro a pochi giorni dal match con la Salernitana: "Non abbiamo fatto ancora nulla, dovremo giocare da Entella". 10 anni di presidenza Gozzi: "La salvezza è la nostra Champions League"

La Virtus Entella va a caccia di segnali positivi. Il pareggio contro l’Ascoli dell’ultimo weekend ha sì segnato il quinto risultato utile consecutivo (quattro pareggi e una vittoria, contro il Bari) dei liguri, ma ha ancora una volta evidenziato qualche carenza di troppo. E allora, contro la Salernitana, la squadra di Aglietti vuole ritrovare i tre punti davanti ai propri tifosi. A caricare l’ambiente Michele Troiano, centrocampista biancazzurro: “Cos'è cambiato con Aglietti? Non mi piace fare paragoni - ha detto - Colpe e responsabilità sono sempre dei giocatori, ma con il nuovo tecnico è scattata da parte di tutti la voglia di fare qualcosa in più. Ancora però non siamo usciti dal tunnel. La Salernitana è squadra in salute, che proverà a far punti in casa nostra. Noi dovremo fare una gara da Entella”. Un pensiero poi sui 10 anni della presidenza Gozzi: “Sono al quinto anno all'Entella e qualcosa di bello abbiamo fatto. Mi piacerebbe scrivere altre pagine importanti nei prossimi dieci anni della presidenza Gozzi. Il momento più bello? La vittoria del campionato a Cremona è stato sicuramente il momento più bello, ma ci sono state partite bellissime come quella di Frosinone dello scorso anno o le vittorie nel derby. Nei prossimi anni sarebbe bello ottenere altri grandi risultati”.

10 anni di Gozzi: "La salvezza la nostra Champions League"

A parlare anche il presidente biancazzurro, ormai un’istituzione a Chiavari: “Obiettivi stagionali? Il mantenimento della Serie B è la nostra Champions League, soprattutto in una stagione come quella attuale dove solo noi, Cittadella e lo Spezia non abbiamo mai calcato la Serie A. Il momento più bello di questi dieci anni? La sera di Cremona, la sera di Piazza Mazzini piena. Uno spettacolo mai visto a Chiavari”. Sul momento della squadra: “Ancora non abbiamo fatto niente, dobbiamo fare meglio. Nelle ultime giornate abbiamo fatto qualcosa in più ma per me la squadra è buona. Confido nei valori umani e tecnici di questi ragazzi. Dobbiamo chiudere l'andata con almeno 25 punti, questo è l’obiettivo”. Una battuta infine sulla Salernitana, prossimo avversario in campionato: “Sarà dura contro una squadra importante, con mezzi importanti. Abbiamo vinto con la prima in classifica e poi abbiamo fatto fatica con l'ultima, questa è la Serie B”, ha concluso.

I più letti