Inchiesta Money Gate, Avellino e Catanzaro prosciolti dall'accusa di combine

Serie B
Avellino_Getty

Catanzaro e Avellino sono stati prosciolti da ogni accusa di illecito in relazione alla gara disputata il 5 maggio 2013. La Procura aveva chiesto la retrocessione, ma tutti i dirigenti sono stati assolti

Il processo sportivo scaturito dall'inchiesta Money Gate che vedeva coinvolti Catanzaro e Avellino, per la presunta combine del 5 maggio 2013, si è chiuso senza alcuna penalizzazione per le due squadre. Tutti i deferiti sono stati prosciolti. Ecco il comunicato della Figc:

"Il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare - presieduto da Cesare Mastrocola ha disposto il proscioglimento di tutti i deferiti nell'ambito del procedimento relativo alla gara Catanzaro-Avellino disputata il 5 maggio 2013 (che aveva sancito la promozione in B dell'Avellino). Il Procuratore Federale aveva deferito i due club e sette tesserati delle due società per aver posto in essere atti diretti ad alterare il regolare svolgimento e il conseguente risultato finale del match valevole per la penultima giornata del Campionato di Lega Pro Girone B della stagione sportiva 2012/13".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.