Bari a Carpi, Grosso: "Non ci accontentiamo, possiamo stupire"

Serie B

L'allenatore biancorosso alla viglia del match contro gli emiliani: "Vogliamo continuare il nostro percorso, ci saranno cinque assenti". Sulle trasferte: "Ultimamente siamo migliorati, vogliamo finire il girone con un risultato positivo"

Le due partite casalinghe consecutive senza vittoria (0-3 col Palermo, 0-0 col Parma) non hanno scalfito le convinzioni del Bari, sempre più deciso a voler riavvicinarsi al Palermo capolista in Serie B. I rossoblu avranno ora la possibilità di rifarsi in trasferta, sul difficile campo del Carpi. Servirà dare continuità alla prestazione di Perugia di due settimane fa e Fabio Grosso è convinto che la squadra risponderà presente: "Vogliamo continuare con il nostro percorso - ha detto nella consueta conferenza stampa della vigilia - La nostra intenzione è di non accontentarci e avere voglia di stupire e stupirci. Siamo in grado di poterlo fare". Di fronte una squadra preparata e affiatata come quella emiliana: "Affrontiamo una squadra in salute e piena di entusiasmo - ha continuato - Giocatori? Partiamo in 23, fuori ci saranno, per problematiche fisiche, Gjomber, Morleo, Anderson, Conti e Cissè. Spero di riaverli quanto prima dopo la sosta".

"Deve essere la partita del Bari"

Le trasferte sono state un tasto dolente per ampi tratti del girone d'andata, ma ultimamente la squadra sembra essere migliorata lontano dal San Nicola, dove ha raccolto due vittorie e un pareggio nelle ultime quattro (sconfitta a Chiavari per 3-1). Grosso sottolinea la crescita e rilancia la sfida: "Ultimamente siamo stati bravi a fare risultati fuori e meno in casa. Tuttavia, non mi va di isolare i periodi. Vogliamo finire questo girone di andata con un risultato positivo nel segno della continuità. Non dimentichiamoci però dei nostri avversari. Non si può pensare di sottomettere tutti, dobbiamo essere bravi ad esprimere le nostre qualità, così come faranno loro. Deve essere la partita del Bari, dobbiamo fare un ultimo sforzo prima di una sosta lunghissima", ha concluso l'allenatore biancorosso.

I più letti