Bari, Grosso: "Empoli superiore, speravamo di fare molto meglio"

Serie B

L'allenatore biancorosso dopo il pesante KO per 4-0 con l'Empoli: "Dobbiamo rimboccarci le maniche e migliorare, mi aspettavo qualcosa di più. Scelte sbagliate? Se avessi cambiato sarebbe andata allo stesso modo"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Una sconfitta che fa male, malissimo. Il Bari non riesce a vincere la sua prima partita del campionato contro una big, ma anzi incappa in un doloroso 4-0 al San Nicola contro un ottimo Empoli. Un KO sonoro per la squadra di Fabio Grosso, ora settima in classifica a -8 dal Palermo capolista. Così l’ex allenatore della Primavera della Juventus ha parlato a fine gara: “Sapevamo che avremmo affrontato una squadra forte, loro si sono rivelati meglio di noi. Dobbiamo rimboccarci le maniche e migliorare quello che abbiamo fatto nel girone d'andata. Difficoltà negli scontri diretti? Tutte le squadre che abbiamo incontrato sono validi e attrezzate. Noi speravamo di fare meglio. Avevamo preso un'altra scoppola un po' di tempo fa. Mi aspettavo qualcosa di più oggi: mi dispiace tanto per come è finita”. E ancora: “Ci hanno dimostrato che abbiamo ancora tanto da fare. Dobbiamo rimboccarci le maniche, rifacendo quanto di buono abbiamo fatto nel girone d'andata”.

"Cambiare dei giocatori non avrebbe cambiato le cose"

Scelte, quelle di Grosso, che potrebbero aver compromesso la partita dei suoi: “Il risultato difficilmente sarebbe cambiato se avessi sostituito qualche interprete”, si è difeso. “L'Empoli ha dimostrato di esserci superiore, hanno un sistema di gioco che li esalta con la qualità degli interpreti a loro disposizione. Pensavo che potevamo fare di meglio ma purtroppo non è stato possibile. Qualche scelta è stata obbligata, qualcun'altra è stata fatta perchè credevo fossero le scelte migliori. Sono arrivati ragazzi nuovi con qualità che devono essere inseriti”. Sull'esclusione di Galano: “Non è entrato perchè credevo che non avrebbe cambiato la partita. Non l'ho messo dall'inizio perchè credo che abbiamo tanti giocatori bravi e credevo che questa fosse la formazione migliore”. Una battuta finale poi su Anderson, richiesto anche dalla Serie A: “Ha grandi qualità. È al centro di voci che non sono facili da sorreggere. Se dovesse andare via, sarei felice per lui e per il club. Se restasse, sarei comunque molto contento”, ha concluso.

I più letti