Domizzi: "Che orgoglio le 500 gare tra i pro! Futuro? Vediamo"

Serie B
03_domizzi_lapresse

L'ex Udinese festeggia il traguardo delle 500 gare tra i pro: "Sono tranquillo e concentrato sul presente, a questa età è anche giusto così. Futuro? Vediamo, non a breve ma tra un paio di mesi ci penserò"

Il Venezia ha ritrovato la vittoria e adesso può sorridere: 1-0 al Cesena grazie a un gol di Geijo nella ripresa. Entusiasmo ritrovato. E con un Maurizio Domizzi in più. Sì, il centrale difensivo è ancora lì, in mezzo al campo o dietro in difesa, col suo sinistro magico. Ai tempi della Serie A calciava le punizioni e segnava pure, ora è uno dei perni del Venezia di Inzaghi. E contro il Cesena ha raggiunto la gara numero 500 in carriera: speciale. Domizzi ha vestito le maglie di Udinese, Ascoli, Napoli, Livorno, Samp, Modena e tante altre. Sempre col suo mancino. In un'intervista su Trivenetogoal, Domizzi si è raccontato così. 

"Che gioia le 500 gare tra i pro!"

E' un bel traguardo, comunque una soddisfazione, perché è un buon numero. Poi, ripensandoci, a quarant’anni uno dice: “Pensa quanto tempo ho sprecato!”. Però ripeto, è una bella soddisfazione che fortunatamente è coincisa anche con una vittoria che serviva, mancava da un po’ di tempo quindi sicuramente me la sono goduta al meglio, la giornata”.  Un "assist" per Geijo: "Questo mi fa piacere, è una mia prerogativa quella di cercare sempre di far partire l’azione, di impostarla. Poi, a volte ci si riesce meglio, a volte meno bene. Sabato è stata abbastanza decisiva, e mi piacerebbe che continuasse ad esserlo in quel modo; magari non sarà possibile in tutte le partite, ma spero spesso”.

"Futuro? Ora non ci penso"

Continua Domizzi, un commento sul futuro: "Sinceramente non ci penso perché adesso sono talmente tranquillo e concentrato sul presente, a quest'età è anche giusto pensarla così (37 anni). Vediamo, non a breve ma tra un paio di mesi ci penserò. Voglio arrivare il più tranquillo possibile nel momento decisivo del campionato, quindi per me e per il Venezia mi auguro che sia a maggio inoltrato, il momento decisivo, dopodiché vedremo”. Domizzi chioccia, come va? “Bene! Da quel punto di vista il nostro è un gruppo molto facile, nel senso di sano, genuino, quindi nessuno ha mai avuto problemi di integrazione. Per assurdo, anche i ragazzi che sia l’anno scorso che questa stagione non hanno giocato praticamente mai, comunque erano integrati benissimo, nel gruppo. Pertanto, per un nuovo acquisto, sorpattutto a gennaio, si tratta indubbiamente di un grosso vantaggio”

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche