Bari, Sogliano: "Dobbiamo credere in questa squadra. Il mercato..."

Serie B
sogliano_bari_sitobari

Il ds del Bari traccia un bilancio della prima parte di stagione e del mercato appena conclusosi, senza particolari sussulti: "Per Memushaj non c'erano le condizioni e abbiamo preferito non prendere un centrocampista tanto per prenderlo. Grosso? Ha fatto un buon lavoro"

SERIE B, CALENDARIO E ORARI DELLA 24^ GIORNATA

Una conferenza stampa per tracciare un primo bilancio, seppur parziale, della stagione e per spiegare le strategie di mercato applicate nella sessione appena conclusasi. Sean Sogliano, direttore sportivo del Bari, ha parlato questa mattina dalla sala stampa dello Stadio San Nicola: "In questo mercato dovevamo risolvere due situazioni, cioè quelle di Greco e Martinho, e lo abbiamo fatto. E poi dovevamo seguire alcune piste legate ad alcuni giovani in un'ottica di un investimento sportivo economico. Memushaj? Era il nostr obiettivo primario - confessa Sogliano - ma non c'erano le condizioni. Il Benevento voleva procedere solo con una cessione a titolo definitivo per un milione di euro: non potevamo farlo e non era giusto. Quindi abbiamo preferito non prendere un centrocampista tanto per prendere".

"Crediamo in questa squadra. Grosso..."

Sogliano ha poi analizzato il momento, in campo, del Bari: "Dobbiamo credere in questa squadra - ha sottolineato - che dopo ventuno partite era terza in classifica, cercando di ripeterci nel girone di ritorno e migliorare i difetti che abbiamo e che sono venuti fuori. Certo, la partita con l'Empoli è stata molto brutta, ma non è possibile che in così poco tempo si cambi l’opinione sul Bari. Il nostro obiettivo? Restano i playoff e cercheremo di raggiungerli. Ma senza particolari ossessioni, a cominciare dalla partita contro il Venezia da affrontare con il coltello fra i denti". Sogliano poi difende Grosso e allontana qualsiasi voce sul suo futuro: "Fino ad adesso Grosso ha fatto un buon lavoro, deve migliorare ma è così per tutti gli allenatori giovani. Sorrido se penso che fino a 15 giorni fa si parlava di un allenatore capace ed ora di un possibile suo esonero: questo è soltanto un momento, passerà. Mancano tante partite, dobbiamo rialzare la testa"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche