Entella, tempo di derby. Aglietti: "Con lo Spezia per far bene. La squadra sia serena"

Serie B

L'allenatore biancazzurro alla viglia del derby ligure: "La squadra sia serena e più sbarazzina, ci teniamo a far bene per noi e per i nostri tifosi. Pensiamo a cancellare le ultime due partite"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

I risultati delle dirette avversarie per la salvezza non lasciano alternative alla Virtus Entella: nel posticipo di lunedì contro lo Spezia serve una vittoria. Alla vigilia del sentito derby ligure, i biancazzurri si trovano infatti al quartultimo posto in classifica, a -2 dall’ultima posizione. Un andamento che Alfredo Aglietti vuole invertire, come ammesso in conferenza stampa: “È normale che col diminuire delle partite ogni risultato diventa importante - ha esordito - A maggior ragione sappiamo quanto i tifosi tengono alla partita che andremo ad affrontare. Ma non solo loro: ci teniamo tantissimo anche noi. Vogliamo provare a regalare una soddisfazione ai nostri tifosi e a noi stessi. Vogliamo cancellare queste due ultime partite che non sono state soddisfacenti, per quello che ci riguarda”.

"Spezia forte, dobbiamo essere più sbarazzini"

Lo Spezia si è rinforzato molto durante il mercato di gennaio e ambisce di conseguenza a un posto nei playoff di Serie B, distanti solo quattro punti: “La squadra era forte anche prima - ha continuato Aglietti - Gallo sta facendo un ottimo lavoro, il mercato di gennaio è tornato a farlo da protagonista, come è sempre stato in questi ultimi anni”. E ancora: “Al di là degli avversari, verso cui nutriamo grandissimo rispetto, mi preoccupo, fra virgolette, della prestazione della mia squadra. Noi dobbiamo fare una grande partita, entrare in campo col piglio giusto, dettare i tempi della gara, cercare di soffocare tutte le loro fonti di gioco e di attaccare bene, cosa che in queste ultime due partite ci è riuscita solo a sprazzi. Poi voglio vedere una squadra più sbarazzina, un po' più serena, meno preoccupata perchè questa è e rimane una partita di calcio come lo sono tutte. Noi dobbiamo essere liberi mentalmente perchè se entriamo in campo con la tensione, con la paura non riusciamo ad esprimerci per quelli che sono i nostri valori”, ha concluso l’allenatore biancazzurro.

I più letti