Spezia, ripresa in vista del Venezia: play-off nel mirino

Serie B

La squadra di Gallo, reduce dalla vittoria esterna contro la Virtus Entella, punta la sfida contro il Venezia. E intanto la zona play-off è lì ad un passo, ma Gallo frena: "Prima la salvezza". Il man of the match Maggiore: "Mi ispiro a Gerrard e Marchisio"

SERIE B: ULTIME NOTIZIE

SERIE B, I GOL DELLA 24^ GIORNATA

Lo Spezia è tornato a vincere, dopo che il 2018 si era aperto con un pareggio in casa con il Palermo e una sconfitta a Carpi: il colpo sul campo della Virtus Entella ha ricongiunto il filo con quel mese di dicembre dello scorso anno durante il quale gli uomini di Gallo hanno costruito l'attuale posizione in classifica. E se l'obiettivo dichiarato resta sempre quello della salvezza, i nove punti di distacco dalla terza classificata (il Palermo) possono far sognare altro. Oggi la squadra si è ritrovata al Centro Sportivo Follo per preparare la prossima sfida: al Picco, dove lo Spezia è quasi infallibile (7 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta), arriverà il Venezia di Pippo Inzaghi, appena un punto sopra in classifica. Una partita che potrà dire tanto sulle ambizioni delle Aquile. Anche se le parole di Gallo, dopo la vittoria di Chiavari, invitano alla prudenza: "Dobbiamo passare dalla salvezza per pensare a qualsiasi altro obiettivo, quindi al momento dobbiamo continuare a rimanere concentrati sul raggiungimento della quota che ci siamo prefissati, soltanto dopo potremo pensare ad altro".

Maggiore, lo spezzino doc che si ispira a Gerrard e Marchisio

La sfida contro l'Entella è stata decisa da un talento nato e cresciuto in casa Spezia, che proprio nel derby ligure ha messo la sua firma: Giulio Maggiore, spezzino doc dal 1998. Ruolo: centrocampista, modelli? Gerrard, Marchisio. E' stato lui stesso a confessarlo in mixed zone al termine del match: "Gerrard ha grandi qualità e sa sostenere entrambe le fasi, Marchisio lo studio perché sa esprimersi al meglio sia da mediano che da mezzala, cioè i miei due ruoli. Il gol? Ci voleva, sono contento". Ma sui sogni dello Spezia anche un giovane come lui, che sognatore potrebbe esserlo, preferisce stare con i piedi per terra e tenere la linea dettata da Gallo: "Salviamoci il prima possibile, poi vedremo cosa uscirà fuori". Dalle partite viste al "Picco" con il fratello... maggiore al gol decisivo indossando quella maglia per cui ha sempre tifato: "Una volta gli dissi che in campo un giorno ci sarebbe stato lui", parola del fratello Giacomo. Ma non c'è solo il calcio nella vita di Maggiore: "Ho finito il Liceo Scientifico l'anno scorso e mi sono iscritto all'Università, Facoltà di Scienze della Comunicazione: il calcio è il mio lavoro, ma la scuola per me è qualcosa di davvero importante. La Serie A? Non ci penso, penso a far bene ogni partita, poi le cose vengono da sole". Vale per i play-off, vale per la Serie A".

Gruppo al completo, fatta eccezione per De Col: 5 punti di sutura per lui

La squadra si è ritrovata oggi: da una parte i titolari contro l'Entella, per loro lavoro di scarico in campo e in palestra; dall'altra il resto della squadra, che si è allenata in campo svolgendo riscaldamento tecnico ad alta intenità, esercitazioni su circolazione di palla in spazi stretti e partitelle a tema a metà campo. Lavoro a parte per Fiippo De Col, che è uscito anzitempo dal campo in occasione del match di Chiavari: per lui un brutto colpo al volto (fortuito) che gli è costato cinque punti di sutura. Alla squadra che si è allenata in vista dell'incontro con il Venezia si è aggregata anche parte della Primavera, ovvero i giovani Vatteroni, Awua, Desjardins, Suleiman, Giuliani e Martorelli. "Sarà una partita difficile" - ha detto Gallo parlando della sfida al Venezia - "gli uomini di Inzaghi stanno facendo molto bene. Ma noi arriviamo ad affrontarli con la giusta motivazione, pronti a dare battaglia nel nostro stadio".

 

I più letti