Avellino, si torna in campo in vista del match con la Salernitana: Castaldo e Moretti osservati speciali

Serie B
small_170509-164648_to090517spo_7048

L'Avellino torna in campo per preparare la difficile partita contro la Salernitana, Novellino proverà a recuperare Castaldo e Moretti per riscattare il passo falso dell'andata

Comincia nella giornata di martedì la marcia di avvicinamento dell’Avellino verso il derby contro la Salernitana, in programma nel prossimo week-end. Una partita da preparare con determinazione e dedizione, un confronto importante a cui Walter Novellino vuole prepararsi nel miglior modo possibile. Appuntamento nel pomeriggio per i giocatori biancoverdi, che lavoreranno a porte chiuse dietro ordine dell’allenatore che intende blindare il lavoro della squadra in vista del derby. L’obiettivo è senza dubbio quello di riscattare il passo falso dell’andata, uno stop che ha senza dubbio condizionato il cammino dell’Avellino. Da valutare al momento le condizioni degli acciaccati, in particolare di Moretti e Castaldo, che puntando a strappare la convocazione in vista della partita contro la Salernitana.

Parla Morosini

Chi attende con ansia il proprio rientro in campo è Leonardo Morosini, fermato per molti mesi da un importante infortunio che sembra adesso passato. Il giocatore biancoverde adesso è quasi pronto a tornare in campo, come da lui sottolineato: "Ho trascorso il primo mese da favola, conoscendo una realtà per me nuova. Poi è arrivato l’infortunio, e devo dire che inizialmente è stata una cosa molto difficile da digerire. Devo dire però che, giorno dopo giorno, ho capito che questo periodo lontano dal campo mi è servito comunque per passare più tempo in famiglia o con gli amici; l'ho presa come un'occasione per recuperare le cose "vere" che il nostro mondo a volte ti fa un pò perdere di vista e che, ne sono certo, mi daranno la forza di tornare a dare il massimo anche in campo. Le mie passioni? La musica è una di queste. Sì sono un pianistia. Io strimpello, ho imparato da solo iniziando quando avevo 8 anni. Abbiamo un pianoforte a casa e la musica ha sempre fatto parte della mia vita. La musica che ascolto varia a seconda dello stato d'animo in cui sono, dal periodo che sto vivendo in un determinato momento e per cui il rapporto vero è tra la vita e la canzone che stai ascoltando".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche