Pescara, Epifani: "Così i risultati arriveranno"

Serie B
11_epifani_getty

L’allenatore dopo il ko contro il Carpi: "Ho cambiato l'assetto, abbiamo perso ma oggi si è visto un Pescara diverso rispetto a sabato sotto l'aspetto dell’intensità e del cuore. Preso un gol in contropiede e basta, il pallino ce l'abbiamo avuto sempre noi"

Seconda sconfitta in altrettante gare sulla panchina del Pescara per Massimo Epifani, i biancazzurri sono stati sconfitti anche nel recupero della ventinovesima giornata di Serie B. Vince il Carpi, decide un gol di Sabbione che lascia la formazione pescarese a quota 36 punti in classifica. Non ha avuto l’effetto desiderato il cambio in panchina delle scorse settimane, ma l’allenatore del Pescara - nel post partita - ha detto di aver visto cose buona da cui ripartire già nel prossimo impegno, in programma contro l’Avellino. Queste le parole di Epifani dopo il fischio finale: "Ho fatto delle scelte perché alla squadra ho detto che ho bisogno di tutti e abbiamo giocato due giorni fa. Ho cambiato l'assetto, abbiamo perso ma oggi si è visto un Pescara diverso rispetto a sabato sotto l'aspetto dell’intensità e del cuore. Prendiamo il gol in contropiede e basta, il pallino ce l'abbiamo avuto sempre noi, abbiamo tirato 12 volte in porta e stiamo commentando una gara diversa rispetto a quella di sabato. Se siamo quelli di oggi anche con un po’ di fortuna i risultati arriveranno. Il Carpi è una squadra scorbutica ma le occasione le abbiamo avute e forse c'era anche un rigore per noi".

"Ci gira male, abbiamo avuto modo di pareggiare e alla fine ho detto ai ragazzi di stare a testa alta perché ho visto una squadra che ha voglia e grande attaccamento alla maglia. La classifica mi dà qualche preoccupazione? Siamo lì con tante altre squadre, ma la B è difficile da interpretare. Dobbiamo fare più punti possibili, dobbiamo guardarci dietro anche se la squadra è migliore. Nel primo tempo abbiamo crossato poco, nella ripresa tantissimo; poi ci sono anche gli avversari. Il primo tempo è stato equilibrato dove abbiamo sbagliato qualcosa, però ripeto, devo trovare il prima possibile la chiave giusta per diventare solidi. Ci prendiamo i fischi, ho mandato i giocatori sotto la curva per questo, ci hanno dato una mano ma i fischi ci stanno perché abbiamo perso. Abbiamo bisogno di loro perché Pescara è dei pescaresi; non mia o dei calciatori. Vincendo ce li portiamo dalla nostra parte".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche