Spezia, Gallo: "Prestazione non all'altezza, ma faremo tesoro di questa sconfitta"

Serie B

Deluso per la prestazione dei suoi, l'allenatore ammette la superiorità del Perugia ma non fa drammi: "Abbiamo fatto un passo indietro rispetto a Bari. La classifica? Il nostro obiettivo è sempre stato raggiungere quota 50 punti"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Un pomeriggio da dimenticare per lo Spezia di Fabio Gallo, che esce sconfitto per 3-0 dal "Curi" di Perugia. I padroni di casa, probabilmente la squadra più in forma del momento in Serie B, vincono grazie alla doppietta di Cerri e al gol nel finale di Bianco. Una prestazione negativa quella di Marilungo e compagni, come sottolineato dallo stesso Gallo nella conferenza stampa post-match: "Quello di oggi è un passo indietro rispetto alla partita di Bari. Abbiamo offerto una prestazione non all'altezza, il Perugia ha vinto meritatamente. Devo dire però che fino al primo gol di Cerri, la partita è stata equilibrata. Stavamo tenendo bene il campo contro una squadra che sta vivendo un ottimo momento di forma. Dopo il secondo gol, sul quale ci sarebbe da discutere visto che un nostro giocatore era a terra al centro dell'area, abbiamo subito il contraccolpo. Il raddoppio del Perugia ci ha tagliato le gambe e nel secondo tempo nonostante la voglia di tornare in partita, abbiamo creato troppo poco".

"In classifica ho sempre guardato chi ci sta dietro"

Il passivo è fin troppo rotondo - prosegue Gallo - il Perugia ha avuto il merito di sfruttare al massimo le occasioni che ha creato. Noi, dal canto nostro, faremo tesoro di questa sconfitta. Dobbiamo già tornare a vincere fin dalla prossima partita contro l'Ascoli. Non sarà facile, perché loro stanno lottando per non retrocedere. Ma per noi non cambierà molto: le partite facili in questa Serie B non esistono per nessuno". Quando gli viene chiesto del presunto nervosismo di Forte, Gallo risponde: "Si è un po' innervosito dopo aver preso un colpo in faccia da Volta, ma è un ragazzo equilibrato che pensa solo a giocare. Ha subito capito che certe dinamiche fanno parte del gioco e ha continuato a fare il suo". Infine, Gallo puntualizza: "Il nostro obiettivo è sempre stato quello di raggiungere il prima possibile quota 50 punti. Ho sempre guardato chi ci sta dietro".

I più letti