Henderson: "A Bari una grande esperienza, ma non penso alla promozione"

Serie B
henderson_bari

Il giovane scozzese nella sua prima conferenza stampa: "Sto cercando di imparare l'italiano, ma non è facile. Penso solo al Brescia: dobbiamo lavorare duro". Sui compagni: "Mi trovo bene con Anderson. Brienza? Un grande professionista"

SERIE B, CALENDARIO E ORARI DELLA 32^ GIORNATA

A tutto Liam Henderson. Il giovane centrocampista scozzese ha ormai trovato la sua dimensione al Bari, squadra in cui, nonostante la poca esperienza in Italia, si è imposto fin da subito. Qualità e pulizia tecnica per l’elegante classe 1996, che così ha parlato in conferenza stampa a metà settimana: “Ho giocato poche partite, ho bisogno di crescere ancora e le scelte dell'allenatore mi stanno premiando ancora. Perché Bari? Sono stato qui in estate, ho subito gradito la piazza e quando è arrivata la proposta della società e ho accettato: è un grande club, con tifosi veramente appassionati. È un'esperienza di vita oltre che sportiva per me”. Cresciuto nei Rangers, Henderson sta facendo bene nel campionato di B: “Molti calciatori scozzesi giocano in questo modo: in Scozia cresci in questo modo, abbiamo una forte attitudine a giocare con grinta. Qui c'è molta più tattica e si bada meno alla tecnica”.

"Penso solo al Brescia. Brienza, che professionista!"

Unico britannico prima di lui in Puglia è stato David Platt (“È stato un grande calciatore”, ha ammesso), mentre ben chiare sono le gesta del suo allenatore, Fabio Grosso: “È stato un grandissimo giocatore, ha giocato ad altissimi livelli e rappresenta un simbolo. Sono veramente fortunato ad essere allenato da lui”. In campo intesa già matura con i compagni: “Mi trovo bene con Anderson, Kozak e Tello: ad Andres sto cercando di insegnare l’inglese - ha scherzato - In attesa di imparare l'italiano, anche se non è semplice. Brienza? Probabilmente è il più grande professionista con cui ho avuto a che fare nella mia carriera: ci mette sempre il cento per cento e a 39 anni è in grado di dare un importante esempio per tutti. Ha giocato per anni in Serie A e ogni giorno si mette in discussione. Per approccio alla partita mi ricorda Scott Brown”. Parlando del finale di stagione, infine: “Non penso alla promozione, ma alla prossima partita contro il Brescia: dobbiamo lavorare giorno per giorno e mai perdere di vista l'obiettivo. Fly down and work hard”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche