Venezia, Garofalo: "Sarà uno scontro diretto con il Cittadella, dovremo imporre il nostro gioco"

Serie B

Il giocatore del Venezia ha parlato dell'ultimo ko subito contro l'Empoli, per poi concentrarsi sul prossimo impegno con il Cittadella, considerato uno scontro diretto

La sconfitta maturata contro l’Empoli nell’ultimo impegno di campionato ha fermato una striscia di sette risultati utili consecutivi, mettendo fine ad un periodo abbastanza positivo per il Venezia capace di conquistare ben diciassette punti. Il ko del Castellani però non ha scongiurato un piazzamento playoff, ampiamente alla portata della squadra allenata da Inzaghi. Sulla sconfitta contro i toscani è tornato a parlare Agostino Garofalo, che ha poi focalizzato l’attenzione sul prossimo impegno contro il Cittadella: "Abbiamo giocato benissimo il secondo tempo contro l’Empoli, ma poi nel finale abbiamo regalato ai nostri avversari il terzo gol. E’ stato un vero peccato perché avremmo potuto portare a casa un punto importante contro la squadra più forte di Serie B. Basta adesso guardare indietro, ci attende un nuovo scontro diretto e dobbiamo riscattarci della sconfitta dell'andata. Nella gara con il Cittadella dovremo imporre il nostro gioco, fare la partita con la consapevolezza che loro sono molto pericolosi nelle ripartenze essendo molto veloci lì davanti".

Le parole di Litteri

Un impegno alquanto complicato per il Venezia, che si troverà ad affrontare una squadra come il Cittadella che in trasferta ha sempre dato il meglio di sé. Al Penzo sarà un derby, in particolare per Gianluca Litteri, che incontrerà il suo passato in un match costellato di ricordi e di tanti gol. Nell’ultima finestra di mercato, infatti, l’attaccante è passato al Venezia proprio dal Cittadella, rendendosi protagonista con quattro reti, su un totale di nove in stagione. La possibilità di far gol c’è, ma Litteri svela: "Ho lasciato lì un pezzo del mio cuore, sarò emozionato e cercherò di vivere questa partita nel miglior modo possibile. Il Cittadella è una squadra compatta, ha idee chiare su cosa fare". Nessuna mina vagante: “No, è una certezza della categoria. Prende pochi gol e dovremo fare attenzione, sarà una partita fondamentale in vista della conclusione del campionato". Litteri-gol, che succederebbe? "Ora gioco per il Venezia e voglio far gol per il Venezia, ci mancherebbe. Se esulterò? Non penso".

I più letti