Bari ad Ascoli. Grosso: "Dobbiamo vincere, importante fare una partita di livello"

Serie B

L'allenatore biancorosso alla vigilia del match del Del Duca: "Ci siamo posti come obiettivo la vittoria, serve una prova di carattere. Tanti gli infortunati, a quali si è aggiunto Basha. Galano? Non so se domani giocherà"

SERIE B, CALENDARIO E ORARI DELLA 33^ GIORNATA

È già tempo di vigilia di campionato per il Bari, reduce dalla brillante vittoria per 3-0 contro il Brescia e chiamato a ripetersi contro l’ultima della classe, l’Ascoli, nell’infrasettimanale di Serie B. Al Del Duca vietato sbagliare per i biancorossi, che preparano l’assalto alle zone altissime della classifica (il Frosinone secondo è a +5 dai pugliesi, ndr). Un match da non fallire, come ricordato in conferenza stampa da Fabio Grosso nella consueta conferenza stampa della vigilia: “È l'obiettivo che ci siamo posti - ha ammesso l’allenatore biancorosso - Ho chiesto ai ragazzi di avere l'ambizione di riuscire a fare le partite che facciamo quando siamo in palla senza scadere nella presunzione. Vogliamo essere pronti a superare le insidie. Noi purtroppo siamo l'esempio lampante: tutte le sfide sono complicate. Assenze pesanti per Grosso, che dovrà reinventarsi per schierare un undici equilibrato: “Purtroppo abbiamo ancora diversi ragazzi fuori, a cui si è aggiunto negli ultimi giorni il nostro capitano, Basha. Cercheremo di recuperarlo per la prossima. Rispetto agli assenti di sabato, rientra in gruppo Gyomber e domani ci raggiunge direttamente in albergo Balkovec, ma c’è da capire in che condizioni arriverà. I diffidati? Nemmeno li ricordo - ha detto stizzito l’allenatore - Per noi è troppo importante fare una partita di livello”. Grosso ha poi parlato del suo attacco e analizzato alcune situazioni relative ai singoli: “Io non ho mai visto bloccati gli attaccanti - ha spiegato - Durante la settimana non ho mai visto nessuno fermo. Mi auguro possano continuare così. Galano? Non so se domani giocherà, tutti sono in grado di fare una grande partita. Conosciamo le sue enormi qualità, di volta in volta a turno si può essere protagonisti. Sono convinto sarà utilissimo”. Su Anderson: “Per me ha fatto bene anche non da terzino, quando è stato schierato ala. Cissè esterno? Sa far bene in questo ruolo, così come da centravanti”, ha concluso Grosso.

I più letti