Palermo, Tedino: "Sono molto arrabbiato, troppi errori. E l'arbitro ha sbagliato"

Serie B
Bruno Tedino, allenatore del Palermo (getty)
tedino_palermo_getty

L'allenatore rosanero dopo il KO per 3-2 al Tardini: "Abbiamo subito il ritmo del Parma, nel primo tempo due errori chiari dell'arbitro. Il 3-0 di Calaiò ci ha tagliato le gambe"

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA AGGIORNATA

Una sconfitta per 3-2 che lascia l’amaro in bocca al Palermo. Tanti gli errori sotto porta dei rosanero, incapaci di concretizzare molto delle occasioni avute e piegatisi alla fine alla tripletta di Calaiò. Un risultato, quello di Parma, che non permette ai rosanero di superare il Frosinone in classifica e che non soddisfa Bruno Tedino: “Sono molto arrabbiato, perché abbiamo fatto degli errori - ha spiegato - Però sul gol del vantaggio del Parma, il tocco di Jajalo non può essere considerato un passaggio. Non ho mai parlato degli arbitri, però questo è fuorigioco. Ci sono anche delle cose precedentemente, ma non voglio dilungarmi ulteriormente”. Un possibile rigore a favore dei rosanero anche sul risultato di 0-0: “Sono gli episodi che indirizzano la partita - ha continuato Tedino - Quel rigore mi sembrava molto netto, ma preferisco non dire nulla. Non è giusto in questo momento portare il discorso sull'arbitro. Dobbiamo pensare alla nostra prestazione, abbiamo perso ma siamo rimasti sempre in piedi. C'è stato anche qualche episodio sfavorevole ma abbiamo reagito e abbiamo la certezza di aver fatto una buona prova”.

"Subito il ritmo del Parma"

Su cosa non ha funzionato al Tardini, poi: “Abbiamo subito il ritmo dei loro tre attaccanti. Noi non siamo riusciti a scalare nei tempi giusti e abbiamo subito questo. Abbiamo subito le ripartenze, ma il 3-0 ci ha tagliato le gambe. Dovremo esser bravi ad analizzare le nostre responsabilità e a capire i nostri errori”. Sebbene poco dopo sia arrivato il 3-0, l’inserimento di La Gumina ha dato nuova spinta all’attacco del Palermo: “Se stanno bene possono giocare tutti e tre insieme - ha spiegato Tedino - La Gumina però doveva recuperare da un infortunio, ed è normale che avevamo qualche difficoltà. Anche Coronado veniva da gare dispendiose, sarebbe stato difficile metterlo in mezzo al campo. Poi Murawski e Gnahoré stanno facendo molto bene, per cui non era facile decidere. Coronado ha bisogno di giocatori che si muovono e di spazi”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport