Bari, Nene: "Abbiamo sempre la testa giusta"

Serie B
bari_lapresse

Allenamento differenziato per Oikonomou, Morleo, Diakhite, Brienza e Anderson. L’attaccante in conferenza stampa: "Stiamo tornando più cattivi sotto porta, i risultati sono frutto del lavoro. Salernitana? Squadra forte"

Dopo il successo nella gara contro l’Avellino, il Bari di Fabio Grosso guarda avanti con l’obiettivo di conquistare altri punti nella sua corsa alla promozione in Serie A. La formazione biancorossa tornerà in campo sabato prossimo alle ore 15 per affrontare la Salernitana al San Nicola, sono adesso 53 i punti di un Bari momentaneamente al sesto posto. Come si legge sul sito ufficiale del club pugliese la squadra è stata oggi impegnata in una seduta mattutina, per i biancorossi altra giornata di lavoro sul campo dello stadio “San Nicola” di Bari. La mattinata è iniziata con un allenamento atletico e tecnico, con il gruppo che in seguito è stato anche impegnato in una partitella a campo ridotto; poi la seduta si è conclusa con un’esercitazione tecnica sul campo dell’antistadio. Capitolo infermeria, lavoro differenziato per Marios Oikonomou (corsa sul campo, lavoro atletico e terapie), Archimede Morleo (terapie), Modibo Diakhite (corsa sul campo e lavoro atletico), Franco Brienza (corsa sul campo e lavoro atletico) e Djavan Anderson (corsa sul campo e lavoro atletico). La squadra tornerà in campo domani alle ore 15 sempre al San Nicola e anche venerdì è in programma una seduta mattutina con inizio alle 10:30.

In conferenza stampa, si è poi presentato anche Nenè, nella sala stampa Gianluca Guido del San Nicola l’attaccante ha parlato così del suo momento, di quello della squadra e della ambizioni del gruppo: "Un amico mi ha detto che ho fatto il gol n. 2000 della storia del Bari. È una gioia ma ho la consapevolezza che c’è tanto ancora da fare. I 3 gol? Il mister mi ha dato questa occasione, ho fatto quello che mi chiede e ho segnato. Devo essere bravo a fare questo lavoro e, sopratutto, fare gol. Ci alleniamo tanto e creiamo tante occasioni. Abbiamo sempre la testa giusta in allenamento, stiamo tornando più cattivi sotto porta. Il tridente di inizio anno? È frutto del lavoro, in allenamento il mister ci fa provare tutti. Con me in posizione centrale, il mister libera di più gli esterni, la squadra lavora molto comunque e crea occasioni da gol. Abbiamo difficoltà con le squadre chiuse in area di rigore, difficile segnare e stiamo lavorando per migliorare in questo. Salernitana? Squadra forte, con l’Empoli ha perso negli ultimi minuti ed è una squadra che sa giocare a calcio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche