Venezia-Brescia 1-2, a Inzaghi non basta Modolo: Caracciolo e Bisoli a segno. GOL E HIGHLIGHTS

Serie B

La squadra di Inzaghi cade sotto i colpi del Brescia, che vince e sale a quota 41 in classifica, agganciando la Cremonese. Venezia sempre settimo a quota 50, in piena corsa playoff

SERIE B, CLASSIFICA E RISULTATI

Partita pazza al Penzo: a vincere, alla fine, è il Brescia. Cinica e spietata la squadra di Roberto Boscaglia, capace di andare in vantaggio con Caracciolo nel primo tempo e di ribattere immediatamente, grazie a Bisoli, al pareggio di Modolo nel secondo. Inutile l’assedio negli ultimi 20’ del Venezia, colpevole di aver buttato via molte occasioni da gol. La squadra di Inzaghi resta in piena zona playoff, per i lombardi tre punti importantissimi per uscire dalla zona calda della classifica di B. 

Primo tempo

Approccio alla gara prudente da parte di entrambe le squadre, per motivi diversi - chi per i playoff, chi per la salvezza - a caccia di punti importanti. Nei primi quindici minuti match spezzettato, tattico e ricco di interruzioni, con i due portieri totalmente inoperosi. Al 20’, grazie al lavoro in area di Caracciolo, ci prova il Brescia a creare qualche problema alla difesa dei veneti, senza però riuscire a concretizzare. Dopo poco ecco la prima, vera chance della gara: protagonista Pinato che, in seguito a un flipper in area, prova a calciare di piatto destro dal limite a botta sicura, tiro però rimpallato fortuitamente a poca distanza dalla riga dal suo compagno Geijo. La gara si accende, il Venezia prova a insistere: al 26’ Falzerano, dopo un bel uno-due con lo stesso Geijo, scocca un potente tiro dai 25 metri, che termina di poco alto sopra la testa di Minelli. La squadra di Boscaglia però non cede, e, anzi, risponde a tono, riuscendo a sorpresa ad andare per prima in vantaggio: al 34’ bel cross dalla destra di Spalek, che trova in area l’altissimo Caracciolo, capace di firmare di testa l’1-0 per i suoi. Dodicesima rete stagionale per l’Airone, ancora decisivo a 36 anni. Negli ultimi minuti della prima frazione prova a replicare la squadra di Pippo Inzaghi: l’occasione più importante sul sinistro di Garofalo, che termina però di poco a lato rispetto alla porta di Minelli. Avanti il Brescia alla pausa.

Secondo tempo

La seconda parte della gara ricomincia senza cambi da parte dei due allenatori. A fare gioco fin da subito il Venezia, obbligato a reagire allo svantaggio firmato Caracciolo. Al 50’ la prima chance per fare 1-1, ma la rete di Litteri viene annullata in virtù di un fuorigioco netto. Dieci minuti dopo è il turno di Falzerano di spaventare Minelli: l’esterno si fionda su uno spiovente in area, il suo destro schiacciato sfiora però soltanto la traversa. Solo Venezia in questa fase della gara, con il Brescia costretto nella sua area: clamoroso al 62’ l’errore di Litteri, che, inseritosi astutamente nell’area avversaria, strozza un destro da buonissima posizione. Segnali, questi, che hanno come conseguenza il gol del pari: a firmarlo è al 65’ Modolo, che, di petto, sfrutta alla perfezione il tap-in del solito Litteri, scatenato in avanti. È 1-1 al Penzo. Equilibrio che, però, dura sorprendentemente pochissimo. E a tornare in vantaggio è, appena una manciata di secondi dopo il pareggio, di nuovo il Brescia: brutta svista difensiva della squadra di Inzaghi, il centrocampista sfrutta il cross di Furlan e, in torsione, non lascia scampo a Vicario. 2-1: spietata la squadra di Boscaglia. Si accende la sfida, succede di tutto nel finale: dopo un buon tentativo degli ospiti con il neo-entrato Fabiano, a sprecare l’occasione per chiudere la gara è al 76’ Torregrossa, che spara alto da buonissima posizione. Un minuto dopo si esalta Minelli: il portiere bresciano annulla il colpo di testa di Litteri con un riflesso straordinario. Ci prova con ogni forza la squadra di casa: Geijo a botta sicura di testa all’85’, ma il suo colpo ravvicinato viene salvato sulla linea dal petto di Somma. All’assedio partecipa anche Pinato: il classe 1995 scuola Milan prova a risolvere una mischia di mancino, ma il suo tiro da pochi metri termina alto. Lo sforzo del Venezia alla fine non basta: vince il Brescia 2-1, che si tira così fuori dalla zona caldissima della classifica di Serie B.

VENEZIA-BRESCIA 1-2

34' Caracciolo (B), 65' Modolo (V), 66' Bisoli (B)

TABELLINO: 

Venezia (3-5-2): Vicario; Bruscagin (58' Fabiano), Modolo, Domizzi; Frey, Falzerano, Stulac, Pinato, Garofalo (82' Zigoni); Litteri, Geijo. Allenatore: Inzaghi

Brescia (4-3-1-2): Minelli; Coppolaro, Somma, Gastaldello, Longhi; Bisoli, Tonali, Ndoj; Spalek (70' Okwonkwo); Furlan (80' Meccariello), Caracciolo (58' Torregrossa). Allenatore: Boscaglia

I più letti