user
16 aprile 2018

Ascoli, Cosmi: "Penalizzati dal gol all'inizio, ma la mia squadra subito perde fiducia"

print-icon

L'allenatore bianconero dopo la sconfitta con il Parma: "Il gol in apertura ha condizionato l'incontro, ma avevamo tempo per recuperare. Purtroppo giocatori che andavano benissimo fino a due settimana fa, ora si demoralizzano alla prima difficoltà. Siamo penalizzati dagli infortuni"

Turno negativo per l'Ascoli, battuto in casa dal Parma. La rete di Emanuele Calaiò condanna i bianconeri alla seconda sconfitta consecutiva, questo il commento di Serse Cosmi: "Il gol in apertura ha notevolmente condizionato l'incontro, ma poi ci sono più di 90' per recuperare e qui ci sono i nostri limiti e le nostre responsabilità nel non averlo fatto – ha dichiarato l'allenatore bianconero - Peccato perché in questa fase del campionato bisognerebbe essere freschi e giocare sui nervi e l'attenzione. Nel primo tempo l'errore gravissimo è stato quello di non compattarci, abbiamo corso tantissimo e qualche giocatore non stava bene come Mengoni, che prima della gara si è bloccato alla schiena. Le tante energie sprecate nel primo tempo ci hanno fatto perdere la lucidità nel secondo. Sono interdetto perché giocatori che fino a una settimana fa andavano a duemila dal punto di vista dell'atteggiamento perdono fiducia e giocano a testa bassa".

"Penalizzati dagli infortuni, giochiamo con due soli attaccanti"

Sui problemi di formazione e di organico, Cosmi aggiunge: "Nessuno dice che da un girone giochiamo con due soli attaccanti e che Varela e Clemenza sono adattati in quel ruolo – prosegue l'allenatore - A causa di infortuni dobbiamo ricorrere ai giovani che magari fra due anni saranno in alto ma che ora hanno troppa responsabilità e la sensazione è di mandarli allo sbaraglio perché non sono in grado di sopportarla. La difesa  a 4? Mi è piaciuta poco. Quando siamo andati sotto, considerando le condizioni di Mengoni, ho pensato di toglierlo e schierarci a 4".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi