user
21 aprile 2018

Risultati e classifica Serie B: gol e highlights della trentasettesima giornata

print-icon

In attesa del big match tra Frosinone ed Empoli, la 37^ giornata della Serie B regala il 2° posto provvisorio a Parma e Palermo che superano Carpi e Avellino. Termina in parità il derby pugliese, vittorie in chiave playoff per Venezia e Cittadella. Solo un punto per il Cesena, colpi in coda per Entella ed Ascoli

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DI SERIE B

CLICCA QUI PER TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Nessuna pausa per la Serie B, campionato puntualmente di scena dopo gli impegni del turno infrasettimanale. Vietato fermarsi quando mancano 5 turni alla bandiera a scacchi, tuttavia la regular season ha già regalato un record d’eccezione: sono 1023 i gol complessivi accumulati nel torneo, mai in precedenza era stato superato il tetto delle 1000 marcature in 36 turni. In realtà i primati ritoccati appartengono anche all’Empoli delle meraviglie, capolista atteso dal big match nel posticipo di lunedì sul campo del Frosinone. Solo i toscani di Andreazzoli rappresentano una certezza tra l’imprevedibilità e l’equilibrio riscontrati dai vertici alla coda della classifica, due costanti dalle battute iniziali al rettilineo finale. Interrogativi da sciogliere quando il rush finale ammette ancora 450’ dopo gli 8 incontri pomeridiani targati Serie B, sfide che naturalmente hanno riservato novità.

TUTTI I RISULTATI DELLA 37^ GIORNATA DI SERIE B


Parma-Carpi 2-1

25' e 48' Barillà (P), 54' Poli (C)

Palermo-Avellino 3-0
9' rig. Coronado, 47' La Gumina, 73' rig. Trajkovski

Foggia-Bari 1-1
24' aut. Gyomber (B), 30' Nené (B)

Novara-Venezia 1-3
17' Casarini (N), 44' e 81' Marsura (V), 62' Bruscagin (V)

Salernitana-Cittadella 1-3
18' e 80' Schenetti (C), 39' Salvi (C), 52' Schiavi (S)

Brescia-Cesena 0-0

Cremonese-Ascoli 1-2
8' Camará (C), 13' rig. e 61' Monachello (A)

Virtus Entella-Pro Vercelli 3-2
13' Mammarella (P), 55' Altobelli (P), 66' Crimi (V), 72' rig. La Mantia (V), 83' Ardizzone (V)

Parma e Palermo ok, 2° posto per due

Aspettando il big match di lunedì tra Frosinone ed Empoli, Parma e Palermo vanificano il primo match point per la promozione della banda Andreazzoli e guadagnano la seconda piazza provvisoria a quota 63 punti. Non sorprende il 2-1 della banda D’Aversa al Carpi, derby emiliano al Tardini nella sfida tra la migliore difesa del torneo e il peggiore attacco. Protagonista assoluto Antonino Barillà con un gol per tempo, prima su assist dell’ex Di Gaudio e poi con una zampata da palla inattiva. Vano il guizzo di Poli che non risparmia un altro stop a Calabro sulla strada dei playoff ora distanti 6 lunghezze. Il Parma archivia invece la vittoria numero 8 nelle ultime 10 partite, conferma l’imbattibilità casalinga che dura da ottobre e riscatta il 2-1 incassato all’andata. Risponde a distanza il Palermo, vittorioso 3-0 contro l’Avellino dopo 3 pareggi di fila e 5 turni senza gioie. Nonostante le squalifiche di Jajalo e Gnahoré aggravate dall’infortunio di Nestorovski, i rosanero indirizzano subito la sfida al Barbera: trattenuta di Morero su Rispoli, rigore trasformato da Coronado al 9° centro stagionale nonché il 3° consecutivo segnato dai siciliani. Molina e Di Tacchio sprecano il pari, li punisce La Gumina (5° gol) nella ripresa su invito di Trajkovski. Lo stesso macedone cala il tris dal dischetto, penalty decretato per un altro fallo di Morero su La Gumina. Si rialza Tedino, cade ancora Foscarini alla 2^ sconfitta di fila dal suo avvento in Campania nel segno del tabù esterno.

Pari nel derby pugliese, colpi di Venezia e Cittadella

Negato ai tifosi ospiti attesi allo Zaccheria, il derby pugliese tra Foggia e Bari termina 1-1 all’insegna di reti tragicomiche. Vantaggio rossonero con l’autorete dello sfortunato Gyomber su cross di Zambelli, tuttavia il pareggio barese ha dell’incredibile: l’ex Guarna sbaglia il rinvio e serve Nené per il più facile dei suoi 5 gol stagionali. Nella ripresa l’assalto del Foggia non trova sviluppi per un pareggio che allunga a 5 la striscia utile delle due pugliesi: Stroppa rimanda l’aggancio all’8° posto distante ora 4 punti, Grosso raccoglie invece il 4° pareggio di fila ma difende la 5^piazza. Non mancano piuttosto le conferme playoff da parte delle candidate venete entrambe vittoriose in trasferta: il Venezia di Inzaghi ritrova un successo lontano dal Penzo che mancava da novembre, 3-1 finale in rimonta che complica le sorti del Novara. Casarini illude i piemontesi sfruttando la topica di Audero, ci pensa quindi la doppietta di Marsura (4 gol in stagione) intervallata dal guizzo di Bruscagin ad espugnare il Piola. Sono 5 le gare senza fortuna per Di Carlo tradito proprio dal rendimento casalingo, il peggiore in questa Serie B con 20 punti all’attivo. Identico risultato archiviato dal Cittadella all’Arechi, impianto violato 3-1 per la regina in trasferta del campionato con 10 vittorie e 34 punti complessivi. Venturato ritrova i tre punti che mancavano da 8 turni grazie a Schenetti, bis che ritocca a 6 reti il suo saldo stagionale. Completano il tabellino marcatori Salvi, che si fa parare anche un rigore da Radunovic al 68’, episodio preceduto dall’illusorio colpo di testa di Schiavi. Colantuono lamenta i troppi errori sotto porta e va al tappeto dopo 3 pareggi consecutivi, riaccende invece i motori il 'Citta' in formato esterno.

L'Ascoli spera, che rimonta dell'Entella

L’unico 0-0 del pomeriggio va in archivio al Rigamonti tra Brescia e Cesena, punto che alimenta la serie utile dei lombardi imbattuti da 6 partite con 12 punti all’attivo. Chi condanna la continuità di risultati è piuttosto la squadra di Castori vincolata al quintultimo posto che vale i playout, altro non fosse che il trend esterno in stagione recita solo 12 punti raccolti lontano dal Manuzzi. È invece fondamentale il 2-1 dell’Ascoli conquistato allo Zini, vittoria che vale oro nella rincorsa alla salvezza di Cosmi. E pensare che il primo gol in B di Abel Camará, 28enne della Guinea-Bissau, suggeriva un esito diverso per la Cremonese che non vince da 15 gare ed è sprofondata in classifica. Sugli scudi l’ottimo Monachello a segno sia su rigore sia sull’assist di Varela, sorpasso che aggiorna a 6 le sue reti in bianconero e cala il gelo nella casa della 'Cremo'. Davvero inspiegabile la striscia negativa dell’ex Tesser, re dei pareggi in campionato (19 totali) eppure a soli 4 punti di margine dalla zona che scotta. La rimonta della giornata va invece in scena a Chiavari, teatro del 3-2 finale centrato dall’Entella sotto di due gol dopo un’ora di gioco. La prodezza di Mammarella e il bis di Altobelli, mai a segno in precedenza, esaltano infatti la Pro Vercelli di Grassadonia che tuttavia non si sgancia dall’ultimo posto. Già, perché la riscossa dei liguri trova in Crimi oltre agli ex La Mantia e Ardizzone due fattori nella lotta per non retrocedere. Sul 2-2 lo stesso La Mantia calcia pure un rigore sul palo gentilmente offerto da Pigliacelli, errore che non scongiura una vittoria decisiva per Aglietti che non gioiva da 6 partite e attualmente si riscopre salvo.

I gol della Serie B 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi