Avellino, Foscarini: "Deluso da alcune situazioni"

Serie B

"Oggi, ma non solo oggi, sembrava di giocare in casa. Dobbiamo trovare qualche vittoria come volevamo fare oggi, ma l'evoluzione è stata un'altra. Non siamo più timidi, vogliamo imporre il gioco, ma avremo anche la necessità di qualche episodio positivo", ha detto l’allenatore

Un pareggio per 0-0 in trasferta contro il Carpi per l’Avellino di Foscarini che sale così a quota 41 punti in classifica. La formazione campana non riesce a conquistare i tre punti che le avrebbero permesso di allontanarsi dalle zone più calde della classifica. I biancoverdi restano così impegnati nella loro lotta per la salvezza, con la speranza di poter portare a casa il bottino pieno nel prossimo turno contro il Cittadella - gara in cui non ci sarà Marchizza, espulso quest’oggi. Dopo il fischio finale l’allenatore ha parlato così della partita e del momento del gruppo: “Bisogna guardare ovviamente il bicchiere mezzo pieno, ma sono deluso di alcune situazioni, non della squadra ma di tutto ciò che è intorno. L’infortunio di Ngawa che è da valutare, l’espulsione di Marchizza, col Cittadella siamo davvero contati in difesa. Ho provato a fare un po’ di turnover, la squadra è stata abbastanza equilibrata, ma poco prodotto in avanti”.

E ancora: “Nella ripresa, dopo l’espulsione, abbiamo provato a portare a casa un punto. Di Ngawa so poco, valuteremo domani, ma difficilmente ci sarà col Cittadella. Siamo ancora artefici del nostro destino, ora dobbiamo vincere assolutamente col Cittadella. Avremo bisogno anche di qualche benedizione e di qualche episodio positivo. Martedì arriva una grande squadra, il Cittadella è la migliore squadra della B in trasferta e non verranno a regalare nulla nonostante la vittoria di oggi che li vede quasi sicuramente ai playoff. Marchizza? Mi sono un pò sfogato con lui, stava facendo bene, ha fatto una fesseria enorme. Questi giocatori devono pensare di crescere in fretta per darci una mano. Bidaoui? Ci faccia sapere che vuole fare. Noi siamo qui ad aspettarlo. I tifosi? Spettacolari. Sta a noi renderli ancora più calorosi in questo finale. Oggi, ma non solo oggi, sembrava di giocare in casa. Dobbiamo trovare qualche vittoria come volevamo fare oggi, ma l'evoluzione è stata un'altra. Non siamo più timidi, vogliamo imporre il gioco, ma avremo anche la necessità di qualche episodio positivo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche